Assessore Regione Abruzzo: contratto di sesso con la segretaria

News

Assessore Regione Abruzzo: contratto di sesso con la segretaria

img_121280355112913

Arrestato nei giorni scorsi per tangenti, si è scoperto che il responsabile per la cultura alla Regione Abruzzo, Luigi De Fanis, aveva stipulato un vero e proprio contratto di natura sessuale con la segretaria. Il documento è stato trovato durante una perquisizione in casa della donna, che abita in un paese della provincia di Chieti, ed era da lui sottoscritto.

L’assessore, un medico di 53 anni, pretendeva che la collaboratrice facesse sesso con lui quattro volte al mese. L’accordo vigeva da diversi mesi, e prevedeva il versamento, da parte di De Fanis, di tremila euro al mese, in cambio di prestazioni sessuali. La giovane segretaria, di trentadue anni e piuttosto avvenente, aveva accettato e conservava copia del contratto a casa sua.

Anche se la donna, appena arrivati gli agenti della polizia giudiziaria di Pescara, ha cercato di fare in mille pezzi il contratto, questi si sono accorti dei foglietti strappati e buttati di fretta nel cestino.

Una volta ricomposti, ne è venuto fuori il contenuto dai contorni hot. Interrogata dal Pm, la segretaria ha dichiarato: “L’assessore era ossessionato da me, mi ha costretto a firmarlo, non ho potuto rifiutare, ho avuto paura”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche