Assolto il "Parigino" - Notizie.it

Assolto il “Parigino”

Bari

Assolto il “Parigino”


Ieri Alberto Savarese, detto “Parigino” e conosciuto a Bari per essere uno dei capi storici degli Ultras è stato assolto dopo undici anni dalle accuse di associazione mafiosa.

Nel 2001 fu arrestato per detenzione di un fucile a pompa, per aver partecipato ad una sparatoria (risalente al 1999) nel quartiere Poggiofranco, insieme ad altre 60 persone da cui è scaturita l’operazione “Singer” in cui vennero ricercati gli esponenti di due clan della città, Diomede e Mercante che avevano preso il controllo di tutte le attività commerciali collegate a partite e concerti nei due stadi baresi. Savarese fu coinvolto da alcuni pentiti che gli attribuivano connivenze mafiose, un tentativo di omicidio, possesso di armi. Tutto ruotava attorno ai parcheggi che gli Ultras avevano avuto in gestione dall’As Bari.

Le indagini dell’operazione “Singer” in quegli anni condotte dall’attuale sindaco Emiliano passarono alla collega Angela Tomasicchio che chiese, per “Parigino”, una condanna a quattro anni di reclusione.

Ma dopo oltre dieci anni è giunta l’assoluzione per il leader degli Ultras che difeso dall’avvocato Gaetano Sassanelli è ritenuto estraneo alle contestazioni addebitate.

Scagionato anche Francesco Lepore, detto “Ciccio” altro esponente storico del gruppo dei tifosi.

Per Parigino finisce, finalmente, una lunga trafila di inchieste giudiziarie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*