Palermo, assolto Calogero Mannino COMMENTA  

Palermo, assolto Calogero Mannino COMMENTA  

L'ex ministro Mannino

Il gup di Palermo, Marina Petruzzella, ha assolto l’ex ministro Calogero Mannino dall’accusa di “minaccia a corpo politico dello stato”, nel processo della presunta trattativa stato-mafia, per non aver commesso il fatto.


L’ex ministro ha ringraziato i suoi avvocati e si è detto felice per la “fine di un incubo”, ma non ha risparmiato dure bordate alla Procura: “il pm Di Matteo, nel processo per la strage di via D’Amelio, ha fatto condannare persone innocenti, per la sua ostinazione. Forse con me voleva fare lo stesso”: queste le parole dell’ex ministro.


La tesi dell’accanimento dei giudici, di berlusconiana memoria, è il risultato di 23 mesi di processo in cui i PM di Palermo hanno tentato di dimostrare come la paura per la propria incolumità a causa dei suoi rapporti con il capitano dei ROS Subranni, avessero portato Mannino ad un’intesa con cosa nostra, promettendo l’ammorbidimento del 41bis.


La procura di Palermo non demorde, però, e hanno annunziato che penseranno al ricorso in appello dopo aver letto le motivazioni della sentenza.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*