Atalanta: il Tnas respinge il ricorso. Resta il -6

Calcio

Atalanta: il Tnas respinge il ricorso. Resta il -6

Niente sconti per l’Atalanta. Il Tnas ha infatti respinto l’istanza presentata dalla società neroblu volta ad un’attenuazione dei sei punti di penalizzazione inflitti la scorsa estate al termine del primo processo per lo scandalo del calcioscommesse nel quale l’Atalanta era stata punita per responsabilità oggettiva e presunta relativamente all’illecito della partita contro il Piacenza vinta per 3-0 il 19 marzo 2011 e per responsabilità oggettiva riguardo al match pareggiato ad Ascoli una settimana prima. Una sentenza largamente attesa quella del collegio arbitrale presieduto da Bartolomeo Manna, visto che i fatti sono tutt’ora al vaglio della Procura di Cremona.

Ed al riguardo nell’ambiente sta salendo la preoccupazione in vista del secondo filone d’inchiesta che potrebbe vedere il club finire nuovamente a processo: i timori sono legati alla gara contro il Padova, quell’1-1 del 26 marzo 2010 su cui le procure, tanto quella penale di Cremona che quella sportiva, sono alla ricerca di prove tangibili riguardo al possibile coinvolgimento delle società.

Un’eventualità che aprirebbe scenari davvero foschi ma cui, al momento, nessuno in città vuole credere, rafforzato anche dalla mancanza di prove certe, tra testimonianze contraddittorie ed in qualche caso anche reticenti. Comunque anche per questo la Dea non smette di spingere sull’acceleratore: un’eventuale ulteriore penalizzazione, infatti, sarebbe applicata in questo campionato solo se afflittiva (se cioè facesse retrocedere il club), altrimenti se ne riparlerà nella prossima stagione. Che rischia di partire nuovamente da sottozero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche