Atene rimborsa 450 milioni di euro all’Fmi COMMENTA  

Atene rimborsa 450 milioni di euro all’Fmi COMMENTA  

Atene: Oggi era la scadenza per il rimborso da parte di Atene del prestito di 450 milioni di dollari ricevuto dal Fondo monetario Internazionale. La Grecia ha mantenuto la parole restituendo il prestito come aveva anticipato a Washington il ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis. Ma adesso la Grecia deve pagare sempre ad Aprile altre due scadenze di T.Bill. La prima scadenza è per il 14 aprile per un importo di circa 1,5 miliardi di euro e l’altra il 17 Aprile di circa 1 miliardo di euro. Mentre la prossima rata per il Fondo Monetario Internazionale è il 12 Maggio, dove la Grecia dovrà rimborsare circa 767 milioni di euro.

Leggi anche: Terremoto Grecia, scossa di magnitudo 5.1 Richter non lontano dall’Italia


FMI Atene: La notizia della restituzione del prestito ha colpito in maniera positiva alcuni ministri dell’economia europea, come il ministro dell’economia Italiana Pier Carlo Padoan che ha dichiarato che l’uscita della Grecia dall’unione Europea potrebbe essere una perdita per tutti. Anche perché visti gli ultimi avvenimenti successi in Grecia si può dire che il paese sta facendo passi da gigante in positivo. Ma come ci sono pareri positivi ci sono anche pareri non del tutto favorevoli alla Grecia. Il Banchiere Americano Jamie Dimon dice di essere del parere opposto, in quanto la JPMorgan Chase deve essere pronta ad un eventuale uscita dall’euro della Grecia.


Atene Fondo Monetario Internazionale: Se da una parte gli animi sono abbastanza calmi, da Bruxelles arrivano segnali di impazienza dopo alcune settimane di trattative. Infatti pare proprio che un ministro dell’economia della zona euro che ha partecipato al Working Group insieme ad altri politici ha rivelato che l’eurogruppo ha dato ad Atene circa sei giorni lavorativi per dare una risposta concreta di alcune riforme greche, solo in questa maniera si potrà firmare un accordo con la riunione dell’eurogruppo che si terrà il 24 Aprile 2015.

Firmando l’accordo si potrà procedere nello sbloccare gli aiuti di salvataggio che sono circa sette miliardi di euro.

Leggi anche

messaggio_ricevuto
News

3 Dicembre 1992: 23 anni fa il primo sms della storia

Oggi si celebra il 23° “compleanno” degli sms. Infatti 23 anni fa, il 3 Dicembre 1992, veniva inviato il 1° messaggio della storia: “Merry Chrismas”, un auguro per il Natale ormai non troppo lontano. Lo spediva ad un collega un ingegnere inglese di nome Neil Papworth, che lavorava alla Vodafone. Ma non era ancora possibile inviarlo da un telefonino all’altro, così Papworth dovette usare il proprio personal computer. Si dovette attendere ancora un anno per fare altrimenti: lo fece un ragazzo finlandese, Riku Pihkonen, che era impegnato in uno stage alla Nokia. Il successo mondiale degli sms, in particolare tra gli adolescenti, si ebbe Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*