Atene verso il default. E l’Italia?

Economia

Atene verso il default. E l’Italia?

Mario Monti
Mario Monti

Era ormai scontato, ma l’annuncio fa comunque scalpore: a detta della agenzia di rating Fitch, la Grecia è ormai condannata al default. Nonostante il massacro operato alla spesa sociale, l’aver tagliato gli stipendi dei dipendenti pubblici, l’aver ritoccato l’età pensionabile e molto altro ancora, Atene si vede praticamente bollare come insolvente dai burocrati finanziari e vede compiere questo atto dopo aver ottemperato alle richieste del FMI e degli organismi internazionali che, in questi mesi, hanno conficcato un chiodo dopo l’altro nella bara greca. E’ l’ennesima pessima notizia che riguarda l’Eurozona, dopo che ieri è saltato l’incontro tra Monti, Merkel e Sarkozy che avrebbe dovuto avere come oggetto alcuni dei temi caldi della agenda europea. La stessa Italia ha accusato il colpo, se si pensa che Monti ha chiesto alla Germania e all’Europa un maggior aiuto nella sua opera di risanamento, ricevendone una gelida risposta: “L’Italia può fare da sola”. Migliore invece l’accoglienza alle sue parole da parte francese, tanto che il Ministro delle Finanze,Francois Baroin, intervistato dall’ANSA, ha detto: “Abbiamo piena fiducia nel piano dell’Italia”. Nonostante ciò, permangono grosse preoccupazioni negli ambienti governativi, anche se in mattinata il differenziale coi titoli tedeschi si è attestato intorno ai 470 punti base.

Monti e Passera, continuano a lavorare al pacchetto concernente le liberalizzazioni, ove ci sarà da piegare la solita furibonda protesta delle tante corporazioni e caste che, vedendo messi in forse i propri privilegi, hanno dispiegato tutto il trito armamentario che fa seguito ad ogni tentativo in tal senso. Ma ormai, il nostro paese non può più aspettare e, soprattutto, non può più piegarsi ai ricatti, da qualsiasi parte essi vengano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...