Atletica, Sebastian Coe nuovo presidente della federazione mondiale COMMENTA  

Atletica, Sebastian Coe nuovo presidente della federazione mondiale COMMENTA  

A pochi giorni dall’inizio dei mondiali di atletica di Pechino, dalle urne delle votazioni esce il nome del nuovo presidente della Iaaf, la federazione internazionale di atletica leggera.


Il nome è altisonante, perché è quello di Sebastian Coe, il britannico che nella prima metà degli anni Ottanta dominava le gare di mezzofondo e che, al termine di una straordinaria carriera agonistica, si è lanciato in una altrettanto riuscita carriera politica come deputato conservatore al parlamento inglese e come dirigente sportivo.


Il maggior successo della seconda vita di Coe, e forse quello che lo ha proiettato ai vertici della Iaaf, è quello ottenuto in qualità di presidente del Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici di Londra, dove gestì logistica e sponsorizzazioni in modo esemplare. 115 i voti a favore, grazie ai quali ha sconfitto la concorrenza del rivale Sergei Bubka, a lungo re incontrastato del salto con l’asta, che si è fermato a 92 voti.


Rafforzamento del potere economico delle federazioni grazie a nuovi sponsor, diffusione capillare dell’atletica fra i giovani e lotta al doping sono i cavalli di battaglia di Coe, che, soprattutto sull’ultimo punto, si trova a dover gestire una situazione di vera e propria emergenza.

L'articolo prosegue subito dopo


Se saprà avere di nuovo la classe e la grinta di quando correva i 1500 metri, il doping si trova da oggi ad avere un nemico pericolosissimo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*