Attaccato il consolato americano di Bengasi: morto il console Stevens COMMENTA  

Attaccato il consolato americano di Bengasi: morto il console Stevens COMMENTA  

Bengasi (Libia) – Un film su Maometto considerato blasfemo ha scatenato le ire di un folto gruppo d’integralisti islamici a Bengasi. Almeno questa sarebbe la spiegazione ufficiale che ha dato il via alle proteste e all’assalto del Consolato americano a Bengasi.

L’edificio che ospita la sede diplomatica statunitense è stato dato alle fiamme. Nell’incendio è morto – secondo fonti di al-Jazera – il console Chris Stevens e altri tre funzionari.

La morte sarebbe sopraggiunta da asfissia, a causa del fumo. Al consolato di Bengasi ci sono 35 funzionari, l’ambasciata di Tripoli si è attivata per trasferirli tutti alla capitale libica.

Il film sotto accusa è stato prodotto da un egiziano cristiano e anti-musulmano. Nel film Maometto viene descritto come un truffatore che passa da donna a donna.

L'articolo prosegue subito dopo

Nel film, inoltre, ci sono scene che ritraggono il profeta avere rapporti sessuali. Il trailer è stato diffuso tramite Youtube.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*