Attacco di cuore: gli 8 sintomi che il corpo ti invia un mese prima - Notizie.it

Attacco di cuore: gli 8 sintomi che il corpo ti invia un mese prima

Salute

Attacco di cuore: gli 8 sintomi che il corpo ti invia un mese prima

corpo

Il cuore un muscolo fondamentale per la nostra vita. Per farlo funzionare bene bisogna avere delle accortezze. Occhio a determinati sintomi che potrebbero segnalare una sua anomalia. Vediamo quali

Prevenire attacco di cuore

Le malattie cardiovascolari sono una delle principali minacce per la nostra salute. Gli attacchi di cuore hanno dei sintomi comuni che noi non siamo in grado di riconoscere. Spesso non siamo molto attenti ai segnali che il nostro corpo ci manda ed a cosa possono poi portare. Per quanto riguarda un eventuale attacco di cuore, ci sono dei sintomi che possono manifestarsi anche un mese prima. Non sono sintomi lievi ma, bensì, manifestazioni atipiche lanciate dal nostro corpo. Andiamo ad esaminare 8 sintomi importanti.

Dolore al petto

corpo

Il dolore al petto negli uomini preannuncia un attacco di cuore imminente. Il dolore si estende anche alla mascella, collo, stomaco. Si sviluppa sotto lo sterno e leggermente a sinistra rispetto al centro. Sembra come se qualcuno vi stesse tenendo compresso il cuore e gli vietasse di battere. Può essere accompagnato anche da nausea e sudori freddi. E’ un sintomo da non prendere assolutamente alla leggera.

Eccessiva sudorazione

corpo

L’iperidrosi o sudorazione eccessiva si ha in vari casi tra cui: il tiroidismo, stress, menopausa.

Se questa eccessiva sudorazione fredda non è motivata dai fattori naturali come il caldo o menopausa è uno dei segnali. Si parla di una sudorazione fuori della norma, la stessa che ci porta ad inzuppare le lenzuola. E’ paragonabile ad uno stato febbrile.

Battito irregolare

cuore

La tachicardia e l’aritmia cardiaca sono sintomi ricorrenti specialmente se si verificano senza una causa. Se avvengono dopo un’attività fisica fuori dal consueto o a stati di ansia sono normali, se no va fatta attenzione. In special modo se durano più di qualche minuto.

Perdita dei capelli

corpo

Anche la perdita dei capelli è un segnale specialmente se a cadere sono nella parte posteriore della testa e velocemente. Anche per questo segnale deve essere una caduta molto veloce e focalizzata solo nella zona posteriore della testa. Non vi allarmate se la caduta è una caduta uniforme e normale.

Fiato corto

corpo

La dispnea o mancanza di respiro si ha quando non si riescono a fare respiri profondi.

Questo sintomo si manifesta già da sei mesi prima di un eventuale infarto. Si verifica nel 40% dei casi tra uomini e donne. Comunque se si presenta è bene fare un controllo potrebbe significare altri problemi a livello respiratorio.

Insonnia

corpo

Di solito l’insonnia è associata a molte patologie sia psicologiche che fisiche. E’ però un campanello di allarme specialmente nelle donne. Di solito è accompagnato da ansia e distrazione. I fattori sono due: la difficoltà ad addormentarsi e la difficoltà ad alzarsi nelle primissime ore della mattina. Anche il riposare per poche ore risulta difficoltoso. Alcuni pazienti hanno segnalato di soffrire d’insonnia un mese prima di avere un attacco di cuore.

Dolori addominali

corpo

Può colpire sia le donne che gli uomini e si manifesta nel 50% dei casi. Come disturbi si possono avere: nausea, gonfiore addominale, scombussolamento. La nausea si può avere sia a stomaco vuoto che a stomaco pieno. Il soggetto avverte una forte pressione nell’area addominale.

Affaticamento

corpo

Questa sintomatologia è più presente nelle donne.

Non è la classica stanchezza derivante dagli impegni giornalieri ma una stanchezza inusuale. Si manifesta nel compiere delle semplici azioni e maggiormente a fine giornata.

Attacco di panico o di cuore

corpo

Spesso si confonde un attacco di panico per un attacco di cuore. Gli attacchi di panico sono diversi da persona a persona ma sono riconducibili al cuore perché partono dal centro del petto. L’attacco di panico non è altro che l’incapacità del nostro corpo di somatizzare stress e terrore. A differenza dell’infarto il dolore non si estende ma rimane fisso al centro del corpo. Si manifesta con ondate che vanno e vengono. Il paziente riesce a respirare e rilassarsi tra un’ondata ed un’altra. Possono essere coinvolte anche le gambe con intorpidimento. Durante un attacco di panico è bene fermarsi, concentrarsi sulla respirazione e cercare di ritrovare la calma.

Prevenire un infarto

Bisogna sempre fare dei controlli e verificare che i fattori di rischio siano bassi.

Per fare questo bisogna fare le analisi del sangue e verificare che i livelli di colesterolo e trigliceridi siano bassi. I grassi nel sangue occludono le vene e non permettono un buon passaggio del sangue. Questo porta ad un cuore mal irrorato. Non bisogna fumare, il fumo danneggia le arterie e deposita anche esso colesterolo occludendole. la pressione sanguigna non deve essere alta. La pressione alta a lungo andare danneggia le arterie procurando l’aterosclerisi. Anche l’obesità ed il troppo sale contribuiscono. Il diabete altro fattore per il rischio infarto. La mancanza di attività fisica provoca colesterolo alto. Lo stress altro fattore che può far aumentare la pressione sanguigna, il fumo e la fame. Ci vuole molto poco a volerci bene. Bastano controlli mirati, attenzione alla vita che si svolge ed al cibo che si mangia. Muoversi un pochino anche solo 1 ora al giorno ritempra il corpo ma anche la nostra mente.

Prevenire è meglio che curare ma a volte è meglio che morire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Couperose
Salute

Couperose: rimedi per il viso

18 novembre 2017 di Notizie

La Couperose o “Maledizione dei Celti” è una malattia dermatologica. Scopri le cause ed i trattamenti protettivi e alimentari per contrastarne l’insorgenza.