Attentato alla metro di Minsk: eseguita pena capitale per i due condannati COMMENTA  

Attentato alla metro di Minsk: eseguita pena capitale per i due condannati COMMENTA  

Minsk. Sono stati giustiziati lo scorso 16 marzo Vladislav Kovalev e Dmitri Konovalov, i due uomini, ritenuti responsabili e condannati a morte per la strage della metro di Minsk, che l’11 aprile 2011 costò la vita a quindici persone.

Leggi anche: Energia nucleare, la Bielorussia verso la prima centrale


Benché sia trascorso quasi un anno dal tragico evento, i moventi non ne sono ancora stati chiariti, tant’è che i critici del dittatore Alexander Lukashenko hanno ipotizzato una macchinazione, ordita dal regime per giustificare la forte repressione contro ogni forma di dissidenza.


La sentenza è stata applicata nonostante i numerosi appelli giunti da tutto il mondo, come quello di Catherine Ashton, Alto rappresentante dell’Ue per la politica estera e come quello dell’arcivescovo di Minsk-Mahileu, mons. Tadeusz Kondrusiewicz, che aveva chiesto alle autorità di commutare la pena capitale in ergastolo.


La Bielorussia è l’unico Paese europeo ad applicare la pena di morte.

 

Marika Nesi

Leggi anche

parigi-uomo-armato
Esteri

Uomo armato prende 7 persone in ostaggio, paura a Parigi

Paura a Parigi dove un uomo armato è entrato in un'agenzia di viaggi prendendo sette persone in ostaggio. E' quanto riportato dall'Afp, citando fonti della polizia e riportato sul web e sui social network: è accaduto poco fa nell'agenzia viaggi Asieland, nella zona del boulevard Massena, nel 13° arrondissement. Ci troviamo nella zona sud di PArigi, a poca distanza dalla porta d'Italia, come confermato su Twitter dalla polizia. Al momento nulla si sa in merito alle ragioni del gesto ma pare che l'uomo sia già stato autore di una rapina in passato. Avrebbe fatto irruzione nell'agenzia viaggi verso le 18.30 Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*