Attentato Barcellona, un altro italiano tra le vittime: un ingegnere di Bassano del Grappa

Cronaca

Attentato Barcellona, un altro italiano tra le vittime: un ingegnere di Bassano del Grappa

Attentato Barcellona

Brutte notizie provenienti da Barcellona, colpita nella giornata di ieri da un attentato che ha portato ad un bilancio per il momento di quattordici morti. Tra queste vittime, purtroppo, c’è anche un secondo italiano.

Attentato Barcellona, secondo italiano tra le vittime

Dopo Bruno Gulotta, trentacinque anni, residente a Legnano in provincia di Milano, c’è da registrare purtroppo una seconda vittima italiana dopo il tremendo attentato di ieri avvenuto alle Ramblas a Barcellona.

Si tratta di Luca Russo, giovane di Bassano del Grappa di soli 25 anni che si trovava a Barcellona in compagnia della fidanzata Marta, anch’essa rimasta ferita dall’attentato. A riferirlo è stata l‘Ansa. La ragazza, come detto, è rimasta ferita, ma non appare in gravi condizioni. Si attendono comunque delle conferme ufficiali da parte della Farnesina sull’identità del connazionale rimasto ucciso.

Chi era Luca Russo, la seconda vittima italiana dell’attentato a Barcellona

Luca Russo, il secondo italiano morto a causa dell’attentato avvenuto ieri a Barcellona, era originario di Marostica e abitava a Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza.

Si era laureato in ingegneria all’Università di Padova e lavorava in una azienda del padovano.

Fidanzato con Marta Scamazzon, connazionale rimasta ferita nel corso dell’attacco, ma che non sembra essere in gravi condizioni, Luca aveva postato l’ultimo messaggio su Facebook lo scorso giugno. Che recita quanto segue: “Nasciamo senza portare nulla, moriamo senza portare via nulla. Ed in mezzo litighiamo per possedere qualcosa”.

L’appello della sorella di Luca Russo: “Aiutatemi a riportarlo a casa”

La sorella di Luca Russo, Chiara, ha lanciato un appello disperato tramite Facebook: “Aiutatemi a riportarlo a casa. Vi prego”, ha scritto la ragazza attraverso un post sul social network.

Chiara inoltre ha pubblicato alcune foto di corpi esamini a terra di giovani ragazzi, assieme ad un’immagine del fratello sorridente, esattamente la stessa che è presente nel profilo Facebook del ragazzo.

Il momentaneo bilancio dell’attentato a Barcellona

Attualmente è di quattordici il bilancio dei morti dovuti all’attentato di Barcellona, a cui bisogna aggiungere anche un centinaio di ferite.

Tra le vittime, come ricordato in precedenza, anche due italiani, Bruno Gulotta (35 anni, di Milano) e Luca Russo (25 anni, di Bassano del Grappa).

Per quanto riguarda i nostri connazionali, sembra che altri tre italiani siano rimasti feriti, due dei quali però sono già stati dimessi dall’ospedale senza aver riportato gravi conseguenze se non un terribile schock.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche