Attentato Genova: Cancellieri teme l’escalation di atti terroristici

Roma

Attentato Genova: Cancellieri teme l’escalation di atti terroristici

Per la ministra dell’Interno Anna Maria Cancellieri, intervistata all’ingresso del Salone del Libro di Torino, il rischio di escalation del terrorismo sta diventando sempre più concreto anche se ne minimizza l’onda propagatoria : ” Non credo ci sia consenso per queste cose, anche perchè legate a fenomeni di recessione e di difficoltà economica, ma noi pensiamo il paese tenga”. Segue la risposta della Guardiasigilli Paola Severino ( tra le due notoriamente non scorre buon sangue): “So quanto sia seria il ministro Cancellieri e quanto avrà pensato prima di rendere questa dichiarazione e quindi sono preoccupata perchè considero questo suo timore estremamente serio, ma ci vuole molta cautela prima di indicare una matrice anarchica o distruttiva. Credo che la rivendicazione non sia affatto sufficiente per identificare gli autori di questo orrendo attentato”Intanto la soglia di attenzione è alle stelle, tanto che a questori e prefetti è stata inviata una circolare del Dipartimento di pubblica sicurezza, in cui si chiede di intensificare attività investigative e di vigilanza in vista delle minacce alle sedi sensibili, quali Finmeccanica Equitalia e Viminale.

Nel volantino infatti il gruppo anarchico Fai avverte che colpirà altre sette volte, per ognuno dei sette anarchici prigionieri in Grecia. Le indagini vedranno coinvolti altri paesi : Svizzera ,Spagna e Grecia; proprio ieri in Grecia è stato trovato un messagio su Indymedia, datato 9 Maggio, simile per contenuti a quello inviato in occasione dell’attentato al manager Adinolfi. Di ieri è anche la notizia relativa alla chiusura dell’indagine sul pacco bomba spedito il 2 Novembre 2010 dalla Grecia a Berlusconi, costretto ad un atterraggio di emergenza. La procura di Bologna ha mandato un avviso a 7 anarchici, di cui 4 sono citati nelle rivendicazioni di Genova.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Clochard
Roma

Vaticano: clochard allontanati da piazza San Pietro

22 settembre 2017 di Alice Scolamacchia

Gendarmeria vaticana ha allontanato i senzatetto per esigenze di “decoro” pubblico in un luogo frequentato da migliaia di pellegrini e turisti. Il direttore della Sala stampa della Santa Sede: “Questioni di sicurezza”. La sera potranno continuare a dormire sotto portici.