Attentato a Villasimius: ordigno nel quartiere 'I Borghi'
Attentato a Villasimius: ordigno nel quartiere ‘I Borghi’
Cronaca

Attentato a Villasimius: ordigno nel quartiere ‘I Borghi’

attentato
Attentato a Villasimius: ordigno nel quartiere 'I Borghi'

Un attentato non riuscito sveglia un Bed & Breakfast nel cuore della notte. Danni molto gravi alla struttura, ma fortunatamente non ci sono morti e feriti. Sono sconosciuti i responsabile e il movente di questo violento gesto.

Attentato in un Bed & Breakfast di Villasimius

Una terribile tragedia è stata sfiorata in un Bed & Breakfast di Villasimius. Il fattaccio sarebbe un attentato, ed è successo stanotte. La bomba, piazzata all’ingresso della struttura, fortunatamente non ha fatto morti. Solamente danni e paura.

Una tragedia sfiorata per poco

L’ordigno, costruito artigianalmente è stato piazzato da dei malviventi poco prima delle due davanti al Bed & Breakfast Is Axrollixeddas. L’esplosione ha svegliato tutte le nove persone ospiti ed il vicinato. Sul posto sono giunti immediatamente i carabinieri, i vigili del fuoco e gli artificieri del Comando provinciale dell’Arma. Subito si sono avviate le indagini.

Poteva benissimo uccidere l’ordigno fatto esplodere durante la notte davanti alla porta d’ingresso del b&b. Gli artificieri del Comando provinciale dei carabinieri hanno accertato che si trattava di una pericolosa “pipe bomb” costituita anche da letali bulloni e frammenti metallici.

Nelle deflagrazione le schegge hanno devastato ogni cosa, danneggiando cucina, ingresso, facciata e la porta blindata.

Nel caso in cui uno degli ospiti si fosse trovato vicino al punto dell’esplosione poteva rimanere ferito o addirittura ucciso. I carabinieri della Compagnia di San Vito hanno avviato serrate indagini per rintracciare i responsabili del gesto, forse collegati a un precedente attentato incendiario in cui è stata danneggiata l’auto della titolare, circa un mese fa.

Attentato a Villasimius: ordigno nel quartiere 'I Borghi'

La titolare commenta affranta

La titolare Maria Fedela Meloni è stata contattata telefonicamente dall’ansa e ha dichiarato: “Abbiamo sentito un boato e siamo corsi tutti a vedere cosa era accaduto. In quel momento nella struttura c’erano due famiglie con i figli, nove persone in totale”.

I danni dell’attentato sono pesanti ma “fortunatamente nessuno è rimasto ferito – dice ancora la proprietaria del B&B – l’esplosione ha distrutto la porta d’ingresso, la facciata, la cucina. Non possiamo più ospitare nessuno, possiamo chiudere. Ho trasferito i nostri ospiti in un residence e oggi chiamerò le persone che avevano prenotato”.

“Non riesco a spiegarmi le ragioni di questo attentato – sottolinea Maria Fedela Meloni – un mese fa mi avevano incendiato l’auto che era parcheggiata davanti al b&b, adesso questa bomba.

La nostra è una piccola struttura a conduzione familiare, non ho problemi con nessuno, nessun attrito, nulla”. Non si può escludere, comunque, che l’incendio dell’auto e la bomba siano collegati. “Chi ha messo l’ordigno voleva fare del male”, commenta Maria Fedela Meloni.

Soltanto le indagini possono fare luce su questo, apparentemente, inspiegabile attentato. I carabinieri sono già al lavoro a Villasimius, e non si ignora nessuna pista. Senza dubbio, è molto strano che Maria Fedela Meloni non abbia nemici o rivali, dato questi eventi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche