Attesa la decisione del Sinodo su omosessualità e comunione ai risposati COMMENTA  

Attesa la decisione del Sinodo su omosessualità e comunione ai risposati COMMENTA  

Una foto della riunione, nella nuova aula del Sinodo, della congregazione generale dei cardinali in vista del conclave. ANSA/OSSERVATORE ROMANO +++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY +++

Si terrà nel pomeriggio di sabato il voto dell’Assemblea sui punti chiave del Sinodo in corso al Vaticano, con all’ordine del giorno temi di cruciale importanza come l’omosessualità e la comunione ai divorziati.

Uno dei punti più dibattuti è stato proprio quello della comunione ai risposati, che ha diviso l’assemblea, e dall’incerto esito del voto. Ogn

i singola posizione discussa in assemblea verrà votata dai 270 padri, mentre i paragrafi in discussione saranno ben 94.

Verranno considerate approvate solo le votazioni che raggiungeranno il quorum dei 2/3 dei consensi, ma comunque, indipendentemente dall’esito delle votazioni, il Papa avrà comunque l’ultima parola, traendo le conclusioni che riterrà più opportune essendo in funzione di Capo della Chiesa.

Le riunioni tra Vescovi sono durate tre settimane a conclusione di un percorso durato due anni, con due sinodi, un concistoro, due sondaggi popolari, e il grande dibattito con al centro le tematiche legate alla famiglia nel quale Bergoglio ha voluto concentrare le attenzioni del mondo cattolico.

Il documento finale che di fatto rappresenterà le conclusioni finali del sinodo è stato esposto questa mattina a porte chiuse in assemblea, dopo essere stato approvato all’unanimità dalla commissione selezionata dal Papa per sintetizzare le varie sensibilità emerse durante l’assemblea.

Il Cardinale Cristoph Schoenborn, ha sintetizzato in una propria dichiarazione alla stampa, quanto verrà deciso dal sinodo: ‘Questo è un documento di consenso, ad esempio sull’omosessualità troverete solo le indicazioni per aiutare le famiglie cristiane che al loro interno abbiano una persona omosessuale’.

Schoenborn ha rivelato le diverse sensibilità e posizioni emerse sul tema dell’omosessualità e della famiglia in genere, ognuna con le proprie argomentazioni ed egualmente meritevoli di rispetto: ‘I vescovi di alcune aree hanno ritenuto l’argomento troppo delicato: questo non vuol dire che per europei e nordamericani non sia ritenuto un problema della Chiesa, ma se si parla di sinodalità universale bisogna rispettare le sensibilità culturali di chi chiede di approfondire la questione in contesti diversi‘.

Leggi anche

2 Trackback & Pingback

  1. Attesa la decisione del Sinodo su omosessualità e comunione ai risposati | Ultime Notizie Blog
  2. Attesa la decisione del Sinodo su omosessualità e comunione ai risposati | Braincell

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*