Attuare decisione dell’Aja su Girone’. La richiesta dell’Italia alla Corte indiana.Udienza il 26 maggio COMMENTA  

Attuare decisione dell’Aja su Girone’. La richiesta dell’Italia alla Corte indiana.Udienza il 26 maggio COMMENTA  

Salvatore Girone, uno dei due marò accusati dell'omicidio di due pescatori indiani nel 2012
Salvatore Girone, uno dei due marò accusati dell'omicidio di due pescatori indiani nel 2012

È di stamattina la notizia secondo cui La Farnesina ha reso noto che l’Italia ha presentato alla sezione feriale della Corte Suprema Indiana la richiesta di attuazione urgente della decisione del Tribunale arbitrale dell’Aja promulgata il 29 Aprile scorso.


Tale richiesta inviterebbe le forze armate indiane a provvedere al rimpatrio di Salvatore Girone, il Fuciliere di Marina Salvatore che è ancora detenuto in India.

La data dell’udienza della Corte Suprema Indiana per discutere la questione è fissata per Giovedì 26 Maggio prossimo.


In una nota, La Farnesina spiega che Italia e India sono chiamate a cooperare per stabilire condizioni e modalità di rientro e permanenza nel nostro Paese del marò Girone, in pendenza della procedura arbitrale che dovrà decidere sulla controversia giurisdizionale nella caso della Enrica Lexie, la petroliera da cui partirono gli spari che uccisero due pescatori indiani.


L’agenzia stampa Ians riferisce infine che la richiesta italiana alla Corte Suprema Indiana è stata sostenuta e rappresentata anche dal governo indiano stesso.

Ricordiamo che anche Massimiliano Latorre, l’altro marò accusato insieme a Girone, è tornato in India dopo essere stato rimpatriato in Italia per curarsi dall’ictus che l’ha colpito mentre era detenuto nella patri di Ghandi.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*