Aumenta tensione in Egitto: Cairo nel caos COMMENTA  

Aumenta tensione in Egitto: Cairo nel caos COMMENTA  

Dopo il fallimento delle mediazioni internazionali, la tensione in Egitto è nuovamente aumentata. ‘‘Il tempo del negoziato è finito’‘, ha comunicato il presidente ad interim Adli Mansour.

Ancora più minacciosa la posizione del Governo, che avverte: “I dimostranti pro Morsi devono sgomberare le piazze”, mentre la risposta dura dei Fratelli mussulmani non si fa attendere: “Affronteremo le pallottole a torso nudo’‘, i quali si preparano con barricate in mattoni e cemento ad accogliere le cariche dell’esercito.

Intanto con la fine del Ramadan il clima è ritornato acceso, dovuto anche dalle accuse di uccisioni e torture da parte dell’esercito, basta una scintilla per far esplodere il confronto tra i sostenitori di Morsi e quelli del nuovo Governo.

Nel frattempo gli Stati Uniti e Unione europea, con un inedito comunicato congiunto, ammoniscono che “al Governo spetti la speciale responsabilità di avviare il processo per garantire la sicurezza e il bene di tutti i cittadini”.

L'articolo prosegue subito dopo

Stamattina alcuni piccoli scontri sono ricominciati nel nord di Il Cairo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*