Aumentano le perplessità su Tevez

Inter

Aumentano le perplessità su Tevez


Carlos Tevez
Carlos Tevez

Qualcuno comincia a farsi una domanda che, nella eccitazione per il derby inscenato sul mercato tra Inter e Milan, nessuno si era posto: ha senso che le due squadre milanesi si stiano scannando per Tevez? In fondo stiamo parlando di un giocatore che a Manchester ha creato solo infiniti problemi nei suoi rapporti con Mancini e che non ha mai, o quasi, dimostrato di valere le ingenti cifre del suo ingaggio. Probabilmente Tevez è veramente un grande giocatore, ma negli ultimi anni non lo ha dimostrato, finendo per tramutarsi in un corpo estraneo per i Citizens. Tirare fuori una cifra che supera abbondantemente i venti milioni e aggiungere circa sette milioni di ingaggio all’anno, perché di tanto si parla, sembra veramente un azzardo per un atleta che non gioca da molti mesi e che avrà perciò bisogno di tempo per arrivare ad una forma accettabile. Inoltre la sua personalità, potrebbe creare più di un problema all’interno dello spogliatoio, sia che arrivi all’Inter, sia che invece vada a vestirsi di rossonero.

Considerato che con gli stessi soldi si potrebbero prendere giocatori più giovani, più affamati e meno problematici da gestire, l’affare Tevez si sta trasformando più che altro in una sorta di puntiglio per lo stesso Moratti, quasi una rivalsa nei confronti di quegli ambienti del tifo nerazzurro che lo hanno accusato di aver distrutto il giocattolo creato da Mourinho. Si era detto che l’Inter si stava adeguando al Fair Play finanziario e che la nuova strategia societaria era tesa alla acquisizione di giovani prospetti da lanciare, i futuri campioni che dovevano aprire un nuovo ciclo. Tevez non rientra in questa tipologia, Lavezzi, solo per fare un nome di moda, sì. E allora perché non puntare subito sul Pocho, considerato che al Napoli, con l’arrivo di Vargas e l’esplosione di Pandev, si aprono problemi di abbondanza in avanti? Insomma, la ratio dell’affare Tevez continua a sfuggire a molti, e c’è solo da augurarsi che il suo arrivo comporti quei vantaggi che ci si aspetta da una operazione così onerosa.

Sapendo in partenza che solo un giocatore decisivo, può valere le risorse di cui si parla.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche