Auto sportive: le migliori sul mercato

Motori

Auto sportive: le migliori sul mercato

Auto sportive: le migliori sul mercato
Auto sportive: le migliori sul mercato

Ford, Honda, BMW, Alfa Romeo e Porsche: ecco le automobili che regnano nel mondo delle vetture sportive degli ultimi anni

Sono anni di grandi novità per le aziende automobilistiche. Nell’ultimo periodo, oltre al mercato sempre forte delle utilitarie e quello ultimamente in crescita dei suv, non sono mancati grandi esempi di auto sportive, da sempre le più affascinanti.

Il 2016 ci ha portato molte auto con un numero di cavalli impressionante, ecco una selezione delle migliori cinque, con prezzi e prestazioni diverse, tutte accomunate da un design accattivante e un motore potente.

Ford Focus Rs

La Ford Focus è stata una delle regine degli anni 2000. Prodotta dal 1998 dalla più nota azienda americana, ad oggi è una vera e propria istituzione nel mondo dell’automobilismo e nel 2016 si presenta in una versione più aggressiva della Rs. La Focus Rs ha incantato tutti, l’attesa di un suo ritorno dopo il 2011 era grande ed è stata ampiamente soddisfatta.

Questo pezzo della casa di Detroit monta componenti del motore della Mustang su un telaio molto più leggero, garantendo un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 4,7 secondi e una potenza in grado di toccare i 266 km/h. L’anima da corsa di questa auto viene rappresentata anche da alcune variazioni nel design, che risulta decisamente più aerodinamico rispetto a quello delle normali Ford Focus.

Honda NSX

Questo gioiellino della casa nipponica vanta una tecnologia ai limiti del fantascientifico. Materiali di ultima generazione compongono un telaio dalle linee sinuose, che vanno a creare un design futuristico. Il motore, ibrido, permette un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 2,9 secondi e una velocità che supera i 300 km/h.

Il sistema di trazione integrale è il vero pezzo forte di questa vettura, permettendole di seguire la linea delle curve con estrema precisione.

BMW M2

Più piccola rispetto alle altre BMW, è un vero diamante sulle strade di questi anni. Rispetto alla M1 garantisce una guida più facile rendendola adatta all’uso quotidiano. Il suo design è fondato sull’eleganza e nella guida sportiva si avvicina molto alla regina M4, garantendo anche più agilità. Gli interni tuttavia non sono all’altezza delle altre BMW, togliendole il primo posto tra le vetture di questa infallibile casa tedesca.

Il motore 3.0 a 370 cavalli la spinge fino ai 100 km/h in 4,5 secondi, il tetto di velocità si attesta sui 250 km/h ma pagando un piccolo extra si possono raggiungere i 270 km/h.

Alfa Romeo Giulia

Non poteva mancare questo nuovo capolavoro della casa di Milano, votata seconda auto dell’anno (dopo la Peugeot 3008) si appresta a diventare un must tra le migliori auto sportive anche nei prossimi anni. Con un motore di 570 cavalli nella versione Quadrifoglio Verde, stupisce per la facilità e l’equilibrio con cui mantiene le sue prestazioni. Il design è quello tipico delle Alfa: un mix perfetto tra eleganza e aggressività, il tutto sotteso da un preciso equilibrio.

Le versioni sono molteplici e il prezzo oscilla da un minimo di 35 mila euro circa a più di 80 mila euro con le versioni Quadrifoglio Verde, regine della gamma Alfa Romeo. Quest’Alfa non stravince nel confronto con le concorrenti per quanto riguarda le prestazioni, ma le batte se si considera la semplicità di guida e la tranquillità che si prova al volante.

Porsche 911 R

Questa nuova aggressiva Porsche si contraddistingue dagli altri esemplari di questa casa per la sua natura selvaggia, sia nel design che, soprattutto, nel motore. I 500 CV che ruggiscono nel motore rendono onore alla storia della 911, una delle serie top dell’azienda tedesca dal 1963. La nuova RS è una vettura per pochi, sia per il prezzo che per la sua natura indomabile. Ma proprio per questo può essere definita come una Porsche in purezza, senza orpelli né fronzoli. Anche il design segue questa idea di base di purezza: e’ infatti diretto, liscio, elegante ma votato alla velocità estrema.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...