Autobomba consolato italiano al Cairo: rivendicazione Is COMMENTA  

Autobomba consolato italiano al Cairo: rivendicazione Is COMMENTA  

L’autobomba esplosa sabato mattina nei pressi del palazzo che ospita il Consolato italiano e il Centro Culturale a Il Cairo ha trovato una rivendicazione.

Al di là del bilancio delle vittime, sul quale non ci sono ancora numeri condivisi (all’inizio si era parlato di 2 morti e 6 feriti, poi di un morto e 10 feriti), si tratta della peggiore notizia che potesse arrivare, perché la rivendicazione è arrivata dai miliziani dello Stato Islamico.


Il messaggio è arrivato tramite Twitter nel pomeriggio: “Con la benedizione di Allah, i soldati dell’Isis sono stati in grado di detonare un’autobomba parcheggiata con 450 chili di esplosivo presso la sede del consolato italiano nel centro del Cairo”, si legge nel comunicato. “Raccomandiamo che i musulmani si tengano alla larga da questi covi che sono obiettivi legittimi per gli attacchi dei mujaheddin”.


Ferma condanna del “vile attentato che ha colpito, al Cairo, la sede del consolato italiano” da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale ha evidenziato come l’episodio “confermi quanto grave sia il pericolo costituito dal terrorismo.

L’autobomba fatta esplodere nella capitale di un paese amico evidenzia ancora una volta l’indivisibilità dell’impegno per sconfiggere il terrore”.

Segnali di vicinanza all’Egitto, invece, nella dichiarazione del Presidente del Consiglio Matteo Renzi: “L’Italia sa che quella contro il terrorismo è una sfida enorme che segna in profondità la storia del nostro tempo.

L'articolo prosegue subito dopo

Non lasceremo solo l’Egitto: Italia ed Egitto sono e saranno sempre insieme nella lotta contro il terrorismo”.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Autobomba consolato italiano al Cairo: rivendicazione Is | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*