Autonegozio alimentare in affitto: cosa sapere e come fare

Autonegozio alimentare in affitto: cosa sapere e come fare

Economia

Autonegozio alimentare in affitto: cosa sapere e come fare

Truck

Un autonegozio alimentare in affitto può essere un giusto modo per iniziare un’attività in propria, ma è bene preventivarsi per capire meglio il da farsi.

Ecco cosa sapere per avviare un’attività di questo tipo in proprio:

  1. Un’autonegozio alimentare è un’attività di impresa tramite veicolo ambulante, che può essere a due, tre o quattro ruote, quindi la prima cosa da fare è informarsi sull’affitto di questo mezzo per poter vendere.
    Ad ogni modo questo prezzo di affitto non è sicuramente superiore a quello sostenibile per un appartamento o per altro luogo immobile, quindi sicuramente vantaggioso. Quindi sicuramente risparmierete non meno di 500 euro mensili, se non di più in alcune città.
  2. Un’altra cosa da sapere è l’eliminazione dei costi di gestione: non ci saranno più bollette di luce o gas da pagare, né altre tasse riguardanti la struttura. L’investimento di cui si deve tenere conto è intorno ai 3000 euro. Se considerate questo, è sicuramente vantaggioso. L’investimento può consistere anche nell’acquisto del triciclo, il cui costo si aggira all’incirca intorno ai 1000 euro.
  3. Alla facilità di investimento va aggiunta anche la libertà di movimento: siete voi a decidere dove lavorare e magari dove spostarvi, cercando voi stessi i clienti.

    In più quest’attività vi consente anche una flessibilità e maggiori concessioni dal punto di vista fiscale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche