Bad Boy Balotelli_3_continua

Inter

Bad Boy Balotelli_3_continua

Continua la telenovela infinita Balotelli.

Branca qualche giorno fa apriva ad un ritorno, ora Moratti sembra chiudere definitivamente la porta (?) al forte ma impetuoso attaccante bresciano.

Moratti dichiarava : “Lui è sempre lo stesso. Dal punto di vista tecnico è bravo, ma non abbiamo fatto nessuna mossa”, abile mossa per sviare una trattativa oppure desiderio di non acquistare un giocatore destabilizzante nello spogliatoio ?

Certo Balotelli è forte, ma è anche indisciplinato, a Manchester questa stagione si è distinto per troppi fattori extra-calcistici; inoltre alcuni senatori non hanno mai, giustamente, dimenticato le bizze del giovane durante la serata trionfale di Inter – Barcellona.

Anche i tifosi non perdonerebbero un comportamento troppo irruento, ciò detto bisogna anche considerare il lato economico, se dovesse arrivare ad un prezzo inferiore a quello precedentemente incassato Moratti potrebbe anche intravedere un affare.

Il prezzo potrebbe abbassarsi in virtù della stagione vissuta dal nazionale, prezzo che però potrebbe anche lievitare con un Europeo giocato (e magari vinto) d aprotagonista.

Altra acqua sul fuoco veniva gettata poi dal suo procuratore Raiola che dichiarava che al momento il suo assistito non avrebbe lasciato l’Inghilterra …

Queste parole sono interlocutorie, specialmente se consideriamo che i procuratori hanno una percentuale sulla vendita del giocatore, interesse di Raiola sarebbe quella di vedere il suo assistito cambiare casacca (giochetto già riuscito con Ibrahimovic: Inter-Barcellona_Milan).

Quidni anche queste parole sono un depistaggio ? La telenovela continua.

Cereda Stefano

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.