Balayage: ogni quanto va ripetuto

Style

Balayage: ogni quanto va ripetuto

Balayage scuro o chiaro? A seconda dei vostri gusti e della tonalità cromatica della radice della vostra capigliatura, potete schiarire le ciocche conferendo un effetto assolutamente naturale

New look per la nuova estate 2017? Prova a decolorare tuoi capelli con il balayage: direttamente dal red carpet delle star hollywoodiane, questo trattamento che punta a schiarire le punte dei capelli è approdato in Italia ed ora è richiestissimo nei saloni di parrucchieri. Questa tecnica di decolorazione dei capelli viene applicata dividendo la capigliatura formando una sorta di stella: da ogni punta si prende a mano a mano delle ciocche di capelli e sulla lunghezza sono applicate striature di colorazione con spatola e pennello. In questo modo, i capelli vengono schiariti di alcuni toni rispetto la radice; già venti anni fa, questo trattamento consisteva in una vera e propria decolorazione di tutta la capigliatura con un effetto non troppo naturale, rispetto a quello richiesto e desiderato dalle donne odiernamente.

Il balayage è un trattamento di decolorazione che punta a schiarire solo le ciocche di capelli più esterne, il risultato è assolutamente naturale, un riflesso leggero e chiaro rispetto al tono naturale, alla base scura. Con il balayage i tuoi capelli appaiono naturali e schiariti dalla luce solare, l’effetto è luminoso. Il trattamento deve essere ripetuto ogni tre mesi circa ed è adatto sia per i capelli scuri che per chi ha i capelli chiari, ovviamente le sfumature sulle ciocche esterne devono essere adattate a seconda della tonalità cromatica di base. Ovvio per chi ha i capelli chiari la radice sarà di colore miele fino a sfumare nel platino; per chi è castana sfumerà le ciocche con il colore biondo chiaro oro o con il color miele. Per chi ama il rosso: dalla radice color mogano sfumerà le ciocche fino al colore rosso ramato naturale o al colore malva, molto di tendenza negli ultimissimi tempi. Vivamente consigliato!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...