Ballando con la banalità COMMENTA  

Ballando con la banalità COMMENTA  

“Ballando con le stelle” è veramente una strana competizione. Giudici parziali, ed in parte poco competenti, che fanno chiacchiere e discussioni con i concorrenti a votazioni ancora aperte. Ma i giudici non dovrebbero essere delle sfingi? Ed i vincitori non dovrebbero essere i più bravi?

Ma chi vota? In base a che? Non ho mai visto delle votazioni fatte prima della gara! Non c’è da meravigliarsi poi se i vincitori sono ballerini improbabili.

Leggi anche: Prezzi biglietti e scaletta Roberto Bolle&Friends 25-26 luglio 2016


E’ vero, è uno spettacolo, ma perchè allora fa finta di essere una gara? Tra i tanti misteri mediatici, “Ballando con le stelle” non rappresenta una eccezione. Ed è un vero peccato, perchè i ballerini professionisti sono veramente bravi, le loro esecuzioni emozionanti, e sarebbe bello vederli impegnati in una competizione con dei risultati reali.


Tra le tante chiacchiere insulse di giurati e commentatori, ogni tanto si vede qualche ottima performance! Peccato che si perdano nella banalità generale di clips e battutine argute.


Be’, per quest’anno è andata. Come da copione.

 

Leggi anche

Santa Lucia
Cultura

Santa Lucia: come perse la vista

Fra storia e leggenda, il martirio della siracusana Santa Lucia e la mitologia che ruota intorno ai suoi occhi. Ritratta solitamente con un piatto recante un paio di occhi umani, un giglio, una palma, un Vangelo e un pugnale piantato in gola. Patrona di Siracusa, ma anche di ciechi, oculisti, elettricisti, scalpellini; protettrice contro le malattie degli occhi e le carestie. Santa Lucia è una delle figure più complesse dell'iconografia cristiana. Siracusana, martire a trentuno anni, è vissuta tra la fine del III e l'inizio del IV Secolo dopo Cristo. Il suo martirio ebbe origine, secondo i documenti d'epoca, dalla decisione Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*