Balotelli: “Seedorf sembra Mourinho”. E Mou come risponderà?

Calcio

Balotelli: “Seedorf sembra Mourinho”. E Mou come risponderà?

Mario Balotelli

Durante una lunga intervista al settimanale “Chi”, Balotelli s’è lasciato andare ad una dichiarazione d’amore nei confronti del neo-tecnico rossonero: “In Seedorf ho rivisto la cattiveria e la voglia di vincere di Mourinho”. Che l’intesa fra i due fosse subito rosea s’era già capito durante le prime ore di Milanello, quando Seedorf aveva scelto proprio l’attaccante italiano per cominciare a sciogliere il ghiaccio con uno spogliatoio in difficoltà come non mai, negli ultimi 10 anni. Una stima reciproca, a quanto pare, testimoniata non solo dalle belle parole spese da Balotelli per l’allenatore olandese, ma anche dal bel gesto di apprezzamento che entrambi si erano rivolti dopo la realizzazione del rigore decisivo di SuperMario, contro il Verona.

Resta da capire una cosa: Balotelli s’è limitato a lanciare un messaggio d’amore nei confronti del nuovo tecnico, per favorire il suo ingresso nello spogliatoio dopo gli attestati di stima ricevuti, oppure ha di riflesso mandato un messaggio anche a Mourinho? Perchè, si sa, la stima fra i due è rimasta immutata dai tempi dell’Inter, nonostante un rapporto non sempre idilliaco.

Proprio Mou, durante un’intervista, prese di mira Balotelli per la sua sufficienza durante gli allenamenti, accusandolo di allenarsi solo al 25%. Sono passati 5 anni, le strade dei due si sono separate da tempo, eppure continuano le voci riguardanti un interessamento molto concreto del Chelsea (allenato, appunto, da Mou), che dovrebbe sferrare l’offensiva decisiva ad agosto.

Balotelli non è poi cambiato molto da allora: continua a giocare con sufficienza, nonostante una maturità fisica oramai raggiunta pienamente. Il suo difetto, ciò che gli impedisce di fare il salto di qualità e di crescere, è proprio l’eccessiva fiducia nei propri mezzi, che sono potenzialmente devastanti. Mourinho non è mai stato tenero con le teste calde, e si dice che neanche Seedorf sia propenso a farsi mettere i piedi in testa da nessuno, nello spogliatoio: se Balotelli s’è già stufato del Milan, a prescindere da un trasferimento che oggi non pare così realistico, forse dovrebbe cominciare a meritarsi il rispetto degli allenatori, a guadagnarselo sul campo.

A cominciare dal nuovo Mourinho: Clarence Seedorf.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche