Bambini dai 7 anni mangiano più sale rispetto alla quantità raccomandata per gli adulti - Notizie.it

Bambini dai 7 anni mangiano più sale rispetto alla quantità raccomandata per gli adulti

Infanzia

Bambini dai 7 anni mangiano più sale rispetto alla quantità raccomandata per gli adulti

Bambini dai sette ani stanno mangiando più sale rispetto al livello massimo raccomandato per gli adulti, rivela uno studio.

Gli esperti dicono che fast food, pasta pronta e cereali destinati ai bambini hanno giocato un ruolo per accrescere la loro assunzione giornaliera di sale.

La quantità giornaliera raccomandata per gli adulti è di 6 g al giorno, ma la ricerca dall’Health Supplement Information Service mostra che l’assunzione giornaliera di sale tra i sette e i 14 anni di età è 6.4g 5.6g per i ragazzi e per le ragazze.

I ricercatori ora credono che la riduzione dell’apporto di sale fino al 42 per cento tra i bambini di età compresa tra otto e 16 può portare a riduzioni significative della pressione sanguigna.

I risultati sono disponibili in una revisione da esperti di nutrizione di di oltre 50 lavori pubblicati in precedenza e relazioni sul tema delle abitudini alimentari dei bambini.

Essa sostiene che i bambini del Regno Unito rischiano malattie gravi più tardi nella vita a causa della cattiva alimentazione e la nutrizione, mentre sono giovani.

Gli esperti sanitari dicono che la salute dei giovani è stata colpita a causa di un elevato consumo di grassi saturi, sale e zucchero e inadeguate quantità di vitamine e minerali essenziali e acidi grassi essenziali.

Ci sono prove che i problemi con la nutrizione infantile possono contribuire in modo significativo alle malattie croniche e degenerative come il diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari e il cancro.

Inoltre, un’alimentazione scorretta e poco esercizio fisico hanno portato alla obesità infantile, con dati che dimostrano uno su 10 ragazzi nelle classi scolastiche e questo aumenta al 18 per cento tra le persone di età 10 e 11 anni.

Per misurare l’entità del problema, l’Health Supplement Information Service ha commissionato ricerche approfondite sulla qualità delle diete dei bambini.

Il nutrizionista Dr Carrie Ruxton e il dottor Emma Derbyshire, docente di nutrizione umana presso la Manchester Metropolitan University, hanno analizzato circa 60 lavori pubblicati in precedenza e relazioni sul tema.

Hanno scoperto che l’assunzione di sostanze nutritive essenziali spesso è sceso ben al di sotto delle linee guida raccomandate e similmente spesso superato le quote consigliate per grassi saturi, zuccheri e sale.

In particolare, i ricercatori hanno scoperto che il ferro, calcio, magnesio, potassio e zinco sono particolarmente bassi in alcuni gruppi.

Essi segnalano anche possibili problemi con l’apporto di fibre, omega-3 acidi grassi e vitamina D così come il consumo di frutta e verdura.
Bassi livelli di vitamina D durante l’infanzia possono portare a un maggiore rischio di malattia ossea più tardi nella vita.

Assunzioni inadeguate di alcuni nutrienti come il ferro, iodio, acido folico, zinco, vitamina B12 e la catena omega-3 acidi grassi polinsaturi influenzano l’apprendimento dei bambini e la capacità intellettuale.

Il Dr Ruxton ha detto: ‘Nel complesso, vi sono stati alcuni progressi nel migliorare le diete dei bambini, anche se lenti. L’assunzione di grasso è ridotto al di sotto degli obiettivi dietetici, mentre l’apporto di vitamine A e C, e calcio, sono aumentati marginalmente.

‘Tuttavia, sono necessari ulteriori miglioramenti. L’assunzione di sale per bambini è particolarmente elevata, superando le raccomandazioni massime fissate per gli adulti.

‘Rimane una chiara necessità di migliorare l’alimentazione dei bambini per tutelare la loro salute futura.’
Ha aggiunto che una maggiore assunzione di frutta, verdura, olio di pesce e cereali integrali aiuta i bambini a raggiungere gli obiettivi dietetici e nutrienti.
I ricercatori hanno anche scoperto che gli alimenti arricchiti con vitamine e minerali – come ad esempio alcuni cereali per la colazione – possono essere utili ma non dovrebbero essere ricchi di grassi, zuccheri, sale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche