Bambini, incidenti domestici: come evitarli

News

Bambini, incidenti domestici: come evitarli

Bambini, incidenti domestici: come evitarli
Bambini, incidenti domestici: come evitarli

L’argomentopotrebbe risultare scontato, ma con dei semplici accorgimenti, si possono evitare tanti incidenti domestici che, ogni anno, colpiscono i bimbi.

Dovrebbe essere il luogo più sicuro del mondo, ma proprio in casa possono verificarsi alcuni degli incidenti più gravi e, stando alle recenti statistiche, questa situazione riguarda soprattutto i bambini. Per ogni età si nasconde un pericolo specifico e la corretta strategia da utilizzare in questi casi è sempre la prevenzione. Dal momento in cui nasce fino, solitamente ai 14 anni, il bambino ha un continuo bisogno di scoprire, ma soprattutto quando è molto piccolo e non in grado di percepire pericoli e minacce imminenti, questo suo desiderio di scoperta può giungere a caro prezzo.

I suoi primi passi

Quando si hanno dei bambini molto piccoli in casa, soprattutto quando questi iniziano a camminare, è necessario che gli adulti mettano in atto dei semplici accorgimenti che non è detto che siano scontati, ma sicuramente sono in grado di prevenire la maggior parte dei peggiori incidenti domestici. Ricoprire gli spigoli con dei paracolpi, ad esempio, è fondamentale perché il bambino scopra l’ambiente circostante in totale tranquillità, senza incorrere nel pericolo. Ancora, chiudere bene le porte ed evitare di lasciare vostro figlio in una stanza in cui c’è una porta che dà sul balcone è la soluzione migliore perché il piccolo non cada.

Per i neonati

Se avete in casa un neonato, invece, non pensate che non ci sia nulla da prevenire, anzi! Quando lo mettete a dormire nella culla, posizionatelo sempre in posizione supina e mai di lato, onde evitare che rimanga soffocato a causa di un rigurgito. Non lasciate mai nella culla dei giocattoli e non fatelo mai addormentare con la collanina ancora appesa al collo. Non lasciatelo, neanche per un secondo, da solo nel fasciatoio quando lo state cambiando o nella vaschetta quando gli state facendo il bagnetto.

Dietro ad ogni età si nasconde un pericolo

In generale, per i bambini molto piccoli e non necessariamente quando questi imparano a camminare, oltre a prestare attenzione ai piccoli accorgimenti a cui si faceva riferimento nel paragrafo precedente, una buona regola è quella di non lasciare giocattoli sparsi per la casa, per evitare che i pezzi più piccoli vengano accidentalmente ingeriti. La stessa regola vale anche per i detersivi della casa o quelli di igiene intima e personale. Nella maggior parte dei casi e per molte persone, questi semplici accorgimenti risultano banali e scontati, ma la verità è che una distrazione può sempre capitare a chiunque e la prudenza non è mai abbastanza.

Per qualunque età e fino ai 14 anni, le cadute sono molto frequenti, così come i tagli o le ustioni accidentali, per cui tenete i vostri figli lontano da forbici, borse dell’acqua calda, lamette e vari oggetti contundenti, così da evitare traumi alla testa, ustioni, contusioni e ferite di varia natura.

Quella del genitore è un’esperienza bellissima ed emozionante e non bisogna mai viverla con l’ansia, per evitare di sortire l’effetto contrario. In molti casi, è bene studiare le reazioni del vostro bambino. Quando questi è stato coinvolto accidentalmente in un incidente, se piange tanto, ma dopo un po’ smette, oppure se invece di piangere ride, allora non è successo nulla, ma se vi rendete conto di essere di fronte ad una situazione molto brutta, se il vostro piccolo è svenuto, sta vomitando o manifesta reazioni insolite, allora è il caso di recarvi immediatamente al pronto soccorso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...