Bambino abbraccia la bara della mamma per l’ultimo saluto

Curiosità

Bambino abbraccia la bara della mamma per l’ultimo saluto

Un bambino filippino che abbraccia la bara della madre, immagini forti, toccanti, che regalano emozioni e commozione a chi le guarda

La commozione nel vedere certe foto è davvero sempre molto elevata. Lo diventa ancora di più quando nella stessa la figura predominante è quella di un bambino.

La tenerezza di talune immagini regalano emozioni forti. Di quelle che vanno ben oltre la normalità, ritratti che fanno stringere il cuore un po’ a tutti. Se poi il bambino lo si vede chino su una bara il cuore si stringe ancora di più. Esponenzialmente poi il sentimento aumenta quando, all’interno della stessa bara, giace il corpo della madre.

A quel punto evidente come la tristezza per una situazione assolutamente negativa, diventi anche tenerezza nei confronti del ragazzino. La foto sta facendo il giro di tutto il mondo, la si può trovare anche su facebook all’indirizzo

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10153944063358509&set=pcb.10153944063458509&type=3&theater

13501816_10153944063238509_8468013870230969657_n

La scena arriva dalle Filippine e la frase pronunciata dal ragazzino prima di accovacciarsi sulla bara della madre è in pratica la seguente: Perché la mamma non dorme più vicino a me?”. Davvero difficile, per non dire impossibile, dare una risposta plausibile a questo piccolo essere umano.

Ognuno potrà, in cuor proprio, rispondere come meglio crede.

Vista la bara, il bambino ha preso una sedia sedendosi affianco la bara e quindi vi si è praticamente steso sopra quasi a voler abbracciare il corpo esamine della madre, far sentir lei il proprio calore ed il proprio amore.

Certo, il bambino, presumiamo, non resterà solo. Il resto della famiglia sicuramente saprà come consolarlo, soprattutto nel primo breve periodo. Ma resta il fatto di come queste toccanti immagini rendano giustizia ad una vita che troppo spesso viene accusata di non regalare mai situazioni di tenerezza o commozione ma solamente momenti negativi, di guerra o addirittura di morte.

Il volto innocente del bambino, lo sguardo perso nel vuoto ma, nonostante ciò, con la consapevolezza del fatto di avere la madre lì vicina rende l’immagine assolutamente commovente. Se si pensa poi al fatto che quel ragazzino non potrà mai avere la mamma nei momenti migliori della sua vita, come la normale vita scolastica, oppure, più avanti, il formarsi di una propria famiglia o ancora quello di poterla rendere nonna, il pensiero viaggia ben al di là della realtà.

13501818_10153944063418509_112346382408032205_n

Le scene che vi mostriamo sicuramente devono far riflettere parecchio sulla vita ma anche sui momenti che stiamo vivendo in questi ultimi mesi, fatti spesso di atti terroristici o di situazioni negative in ogni campo.

La domanda che spesso ci si dovrebbe porre è “Perché lo facciamo?”. Ecco, vedendo foto del genere dovremmo fare almeno un passo indietro e cercare di ricucire ogni strappo un po’ meno con i fatti brutali ma con l’intelligenza di cui è dotato l’essere umano.

La vita deve andare avanti comunque, si dirà. Tutto vero ma per questo bambino la vita attuale non sarà più identica a quella che aveva trascorso fino a pochi mesi fa. Probabilmente un primo esame per lui, un esame duro da superare. Ma anche questo significherà per il piccolo filippino crescere, affrontare nuove esperienze, questa volta negativa ma che poi potranno diventare anche positive. Forza, piccolo uomo, dunque!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche