Pescara, Bambino investito dal treno: si chiede rinvio a giudizio COMMENTA  

TV di NOTIZIE.IT

Pescara, Bambino investito dal treno: si chiede rinvio a giudizio COMMENTA  

PESCARA- E’ stata presentata la richiesta di rinvio a giudizio per i genitori e il nonno del bambino morto lo scorso maggio, investito da un treno regionale nella stazione San Marco.


Abbandono di minore è l’accusa rivolta alla madre; il padre e il nonno sono accusati di concorso in omicidio colposo. La tragica vicenda è stata ricostruita dal pm titolare dell’inchiesta, Giuseppe Bellelli, insieme agli uomini della polizia ferroviaria, diretti da Davide Zaccone: la vittima, in compagnia del fratellino di due anni, è uscito da un buco del recinto di casa, che si trova a breve distanza dal tracciato ferroviario.


Secondo l’accusa, la madre avrebbe dovuto evitare che i bambini uscissero soli e indisturbati dal recinto di casa; il padre e il nonno, proprietario dell’abitazione, avrebbero dovuto riparare il buco nel recinto ed evitare che i piccoli restassero incustoditi a giocare, nei pressi della suddetta recinzione che collega direttamente alla ferrovia.

Il gip fisserà l’udienza preliminare.

Leggi anche

bandiera blu
Ambiente

Per la costa teramana è Bandiera Blu

Pineto, Roseto e Tortoreto sono le tre località della costa abruzzese, in riferimento alla Provincia di Teramo, che quest'anno hanno riconosciuto il prestigioso riconoscimento Bandiera Blu. E' stata esclusa Silvi Marina, che ha avuto il riconoscimento Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*