Banca Italia, scatta la multa per gli ex vertici di Ber Banca

Bologna

Banca Italia, scatta la multa per gli ex vertici di Ber Banca


Alberto Maffei Alberti

Maxi-sanzione della Banca d’Italia per gli ex vertici del Banco emiliano romagnolo (Ber), ‘commissariato’ da Palazzo Koch a luglio dello scorso anno.

Nel mirino della banca centrale finiscono tutti gli ex amministratori dell’istituto di credito bolognese, dal presidente, Alberto Maffei Alberti, all’amministratore delegato e direttore generale, Paolo Lelli, fino ai membri del collegio sindacale, per un importo complessivo della multa di 775.000 euro.

 Lungo l’elenco delle irregolarità contestate ad amministratori e collegio sindacale nel provvedimento del 24 marzo scorso, pubblicato sul sito web di Bankitalia nelle scorse settimane: mancato rispetto del requisito patrimoniale minimo complessivo, carenze nell’organizzazione e nei controlli interni, violazione della normativa in materia di contenimento del rischio e omessa segnalazione grandi rischi, carenze nell’istruttoria, erogazione e gestione del monitoraggio del credito, posizione ad andamento anomalo e previsioni di perdite non segnalate all’organismo di vigilanza.

Per Maffei Alberti la sanzione ammonta a 80.000 euro complessivi, stessa somma per Lelli.

Per i membri del consiglio di amministrazione (Amedeo Mandrioli, Alfonso Marino, Massimo Bucci, Angelo Di Giansante, Albano Guaraldi, Gino Righi, Luigi Stortoni, Andrea Baroni) la multa e’ di 60.000 euro ciascuno. Per Carlo Valli, Cosimo Sasso e Franco Stupazzini, membri del collegio sindacale, la sanzione è di 45.000 euro a testa.

Fonte by Ilrestodelcarlino.it

Foto by  studiomaffeialberti.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...