Banche e tassi COMMENTA  

Banche e tassi COMMENTA  

nullLe banche italiane hanno ottenuto mercoledì dalla Banca centrale europea 116 miliardi di euro di finanziamenti triennali al tasso agevolato dell’1%. Ovvio che questi non sono tutti soldi “nuovi”, dato che in parte vanno a sostituire precedenti linee di credito con la stessa Bce, ma una fetta consistente lo è di certo: si tratta di decine di miliardi che gli istituti italiani, grandi e piccoli, potranno utilizzare nei prossimi mesi.

La direzione principale di questa liquidità sarà una: le banche la useranno per rimborsare le loro obbligazioni in scadenza nel 2012. Almeno quelle collocate agli investitori istituzionali Se le banche sono più tranquille è certamente un bene Il fatto che le banche si siano finanziate per una durata triennale al tasso dell’1%, riduce il costo medio del loro debito.

Questo, in teoria, dovrebbe ridurre il costo che le stesse banche applicano alla clientela quando erogano prestiti. In teoria, però. La pratica rischia di essere un po’ diversa.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*