Banche italiane, scattate le prime perquisizioni

Cronaca

Banche italiane, scattate le prime perquisizioni

GdF banche italiane

Sono scattate oggi le prime perquisizioni presso le sedi delle quattro banche italiane che hanno di recente fatto un aumento di capitale.

Sono quattro le banche italiane presso le cui sedi sono state eseguite le prime perquisizioni. Si tratta della Cassa di Risparmio di Cesena, della Banca Popolare di Bari, della Banca Popolare di Cividale e della Banca Popolare Valsabbina.

Ai 17 avvisi di garanzia emessi nei giorni scorsi a carico di ex dirigenti di Carife si sommano adesso i quattro a carico dei dirigenti delle banche in questione. La notizia è stata confermata dalla Guardia di Finanza di Ferrara.

Le perquisizioni di oggi sono state effettuate dal personale del Nucleo di Polizia Tributaria di Ferrara su mandato della Procura cittadina. A supporto, sono intervenuti anche alcuni specialisti in “computer forensics and data analisys“, chiamati in causa per una valutazione degli archivi informatici delle quattro banche coinvolte.

Al momento, le indagini relative all’aumento di capitale Carife (per un totale di 150 milioni di euro, portato a termine nel 2011) ipotizzano i reati di falso in atti, aggiotaggio e ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità di vigilanza e controllo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...