Banda larga, Italia ancora al 17%

Guide

Banda larga, Italia ancora al 17%

La banda larga sta crescendo, ma non in Italia, dove aumenta il gap tra nord e sud del paese e tra aree urbani e rurali. Con la crisi, l’innovazione e i ritardi dell’Agenda Digitale porterebbero a grandi e immediati benefici al commercio e ai cittadini, liberando risorse per 35 miliardi di Euro. E dalla riunione “Senza un network non fai network”, organizzato dalla CIA e dall’Agia Cittadinanzattiva. In Italia l’accesso alla rete è ancora il regno di pochi, nelle aree rurali solo il 17% degli abitanti può collegarsi a una rete di qualità elevata e migliore, contro l’89% nelle aree urbane.

Là dove le infrastrutture tecnologiche sono latenti soprattutto nel sud, nel commercio le compagnie informatiche sono circa 61,000, circa il 3.8 % del totale, ma con un grande gap territoriale. Si raggiunge il massimo al nord-est con il 10.9%, e il nord-est, l’8.1%, mentre le isole toccano il 2% e il sud, l’1.3%.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...