Bando di concorso per Istruttori amministrativi indetto dal Comune di Schio

Bando di concorso per Istruttori amministrativi indetto dal Comune di Schio

Lavoro

Bando di concorso per Istruttori amministrativi indetto dal Comune di Schio

Bando di concorso per Istruttori amministrativi indetto dal Comune di Schio
Bando di concorso per Istruttori amministrativi indetto dal Comune di Schio

Bando di concorso indetto dal Comune di Schio per l’assunzione di sei Istruttori amministrativi di cui tre già facenti parte del personale interno.

Bando di concorso indetto dal Comune di Schio per la copertura di sei posti da Istruttore amministrativo. Le figure verranno inserite secondo un inquadramento con categoria giuridica C e a tempo indeterminato. Tre delle sei persone che verranno assunte dovranno provenire dal personale già in servizio presso lo stesso Comune inquadrate nella categoria B3. Si tratta di una selezione pubblica, che parzialmente è interna allo stesso Comune. In questo modo verrà consentito a parte del personale di avanzare di livello, secondo le categorie di inquadramento.

Il bando di concorso è indirizzato a diplomati non destituiti da una carica pubblica e in possesso di idoneità fisica. È necessario aver compiuto i 18 anni ed essere cittadini italiani. Le risorse che verranno selezionate a seguito del superamento delle prove di concorso verranno assunte a tempo indeterminato.

Il contratto verrà somministrato con rapporto di lavoro part-time, con 18/36 settimanali obbligatorie. Per potersi candidare alla selezione, sarà necessario inviare il modulo di ammissione allegato al bando direttamente al Comune di Schio. Secondo il bando, la scadenza per la presentazione delle domande è prevista per le ore 12 del 23 settembre 2016. Entro questa data, gli interessati dovranno consegnare la domanda a mano o tramite raccomandata a/r. È possibile inoltrare la candidatura anche tramite mail, all’indirizzo di posta certificata schio.vi@cert.ip-veneto.net.

La selezione prevede diverse prove d’esame. Due le prove scritte a contenuto teorico pratico e una prova orale. Le prove scritte saranno definite dalla Commissione esaminatrice e potranno riguardare la stesura di un tema, la risoluzione di un caso concreto o la risposta a dei quesiti. La prova orale invece verterà in un colloquio i cui argomenti sono resi noti nel bando ufficiale. Inoltre, durante il colloquio i candidati dovranno dimostrare la conoscenza della lingua straniera scelta, e competenze in ambito informatico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche