Bando Torno Subito per universitari e laureati laziali COMMENTA  

Bando Torno Subito per universitari e laureati laziali COMMENTA  

La Regione Lazio offre grandi opportunità per i giovani della regione; infatti ripropone il bando “Torno Subito”, il progetto che offre un supporto a universitari o laureati tra i 18 e 35 anni per la realizzazione dei loro progetti.

Leggi anche: Affittare un faro, il progetto arriva anche in Italia

Il progetto prevede due fasi:

  • Una prima fase che si può svolgere in Italia fuori dalla regione Lazio oppure in un Paese del Mondo nel quale si possa frequentare un corso di alta formazione o un master .
  • Una seconda fase da svolgere all’interno della regione Lazio con l’attivazione di un tirocinio in un Ente o Azienda dove mettere in gioco le competenze acquisite nella prima fase

I giovani scelti dovranno acquisire delle competenze durante la prima fase fuori dalla regione per poi impiegarle nella seconda fase nella regione Lazio, motivo per cui il bando si chiama “Torno Subito”.

Leggi anche: La Puglia per le nuove imprese innovative a Bari


I vincitori del bando otterranno un contributo dalla regione per la copertura di determinati costi:

  • Corsi di formazione o master nella Fase 1 fino ad un massimo di 12.000 euro
  • Per chi nella Fase 1 svolge una attività lavorativa, una indennità mensile di 600 euro lordi
  • Rimborso per spese di vitto, alloggio e viaggio che varia a secondo dello spostamento effettuato nella Fase 1
  • Rimborso fino ad un massimo di 1.000 euro per i costi delle pratiche di visto
  • Polizza fideiussoria
  • Rimborso fino ad un massimo di 4.000 euro per servizi di assistenza e accompagnamento per persone con disabilità
  • Indennità mensile per la Fase 2 di 600 euro

L‘unica modalità di partecipazione al bando di Torno Subito è la compilazione del formulario Online e l’invio della domanda progettuale deve avvenire entro e non oltre sabato 25 Giugno alle ore 10.00.

Leggi anche

opec
Economia

Ecco cosa dice il nuovo accordo dell’OPEC

Dopo 8 anni l’OPEC ha trovato un accordo per la riduzione della produzione di petrolio: circa 1,2 mln di barili in meno al giorno. Coinvolta anche Mosca. L’OPEC, l’organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio, ha appena siglato un nuovo accordo quadro. E’ la prima volta che accade una cosa del genere da otto anni a questa parte ed è un risultato arrivato al termine di una trattativa molto complessa, che vedeva contrapposti i tre principali produttori mondiali, Arabia Saudita, Iraq e Iran. In più, il nuovo accordo ha coinvolto anche Paesi che dell’OPEC non fanno parte, come la Russia. L’effetto Leggi tutto

1 Commento su Bando Torno Subito per universitari e laureati laziali

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*