Banner: il cartone dello scoiattolo orfano

Gossip e TV

Banner: il cartone dello scoiattolo orfano

Banner
Il tenero scoiattolo Banner.

Gli amanti delle “Anime” giapponesi conosceranno sicuramente la storia del simpatico scoiattolo Banner e le sue emozionanti vicende.

Prodotto dalla Nippon Animation, l’Anime giapponese dello scoiattolo Banner ha riscosso un notevole successo anche in Italia. A differenza di altre produzioni dello stesso genere, quella di Banner è una storia che ha catturato le emozioni di milioni di bambini italiani. E perché no, anche dei meno fanciulli.

Apparso per la prima volta nel 1982, trasmesso sulla rete televisiva Italia 1, contava 26 episodi della durata di circa 24 minuti ciascuno. Non si contano le repliche, che hanno permesso ad alcune generazioni di conoscere la tenera storia di uno degli scoiattoli più famosi della Tv. Sceneggiato da Eberhard Storeck, deve la sua popolarità alla trama allo stesso tempo semplice ma accattivante.

Rimasto orfano e spaesato nel bosco, viene trovato da un bimbo non proprio amorevole. Portato in fattoria per darlo in pasto alla gatta, Banner viene invece allevato come un figlio grazie all’innato istinto materno del felino.

Ed è così che, crescendo, il piccolo scoiattolo si convince di essere un gatto.

A seguito di un incendio, Banner si trova un’altra volta da solo e sarà costretto a rifugiarsi nella foresta. Qui conoscerà diversi animali e soprattutto una tenera scoiattolina di nome Susy, con la quale nascerà una bella storia di nome e grazie alla quale si ricorderà di essere uno scoiattolo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche