Barack Obama firma decreto, 85 milioni di tagli

Esteri

Barack Obama firma decreto, 85 milioni di tagli

Obama ha firmato il decreto che fa scattare i tagli alla spesa americana per 85 milioni di dollari, solo fino al mese di settembre. Pur essendosi più volte opposto ai tagli, Barack Obama non è riuscito a ottenere un accordo in Congresso e la decisione è stata inevitabile. Poche ore prima della firma era stato tentato un ultimo accordo ma i leader del Congresso hanno lasciato la Casa Bianca con un nulla di fatto. Secondo Obama i tagli “sono stupidi e non necessari” e ha avvertito che “anche se non causeranno una nuova crisi finanziaria si faranno sentire sulla ripresa e sul mercato del lavoro”. Secondo il presidente degli Stati Uniti i tagli, previsti dall’accordo per l’aumento del tetto del debito del 2011, “avranno un effetto domino e ci costeranno 750 mila posti di lavoro”. Oltre agli 85 miliardi di dollari fino a settembre, la firma prevede tagli per 1200 miliardi di dollari in dieci anni.

Secondo Standard & Poor’s comunque, i tagli impatteranno limitatamente sull’economia, purchè non siano prolungati nel tempo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche