Bari: perseguita la sua psicologa, stalker finito ai domiciliari

Cronaca

Bari: perseguita la sua psicologa, stalker finito ai domiciliari

Stalker
Stalker barese perseguitava psicologa

Stalker barese di 34 anni perseguitava la psicologa dalla quale era stato in cura. Lei lo aveva respinto, ma lui continuava a perseguitarla: condannato.

Stalker originario di Bari perseguitava la sua psicologa nonostante i suoi rifiuti. Ora è stato condannato agli arresti domiciliari.

Questo l’ennesimo caso di persecuzione registrato a Bari che ha per protagonisti un uomo di 34 anni originario della provincia pugliese, ed una psicologa operante in quella zona, ma originaria di Barletta.

L’uomo era stato in cura dalla professionista, ed evidentemente sviluppato nel tempo nei suoi confronti un attaccamento fin troppo morboso, che lo ha portato ad attuare iniziative di vero e proprio stalkeraggio.

Lo stalker importunava la psicologa con centinaia di SMS, nonostante due elementi non secondari. Intanto la donna lo aveva chiaramente respinto, ma questo non aveva fatto recedere l’uomo dalle sua azioni.

La psicologa era stata dunque costretta nello scorso mese di febbraio a sporgere denuncia querela nei confronti dell’uomo, fatto che aveva costretto il Tribunale della città di Trani ad intervenire nei confronti dello stalker con un provvedimento piuttosto importante, ovvero l’attuazione di misure cautelari con l’obbligo di dimora presso il comune di Bari.

Inoltre, a protezione della donna, lo stesso Tribunale aveva espressamente vietato all’uomo di avvicinare la sua ex-psicologa negli ambienti dalla stessa frequentati. Misure importanti, dunque, che avrebbero dovuto evitare ulteriori persecuzioni.

Ed invece lo stalker barese, nonostante tutto questo, continuava nella sua attività, infastidendo la donna, in modo sempre più incessante, e per quanto riportano alcune fonti, in modo sempre più intimidatorio e minaccioso.

Proprio in seguito a questi ulteriori comportamenti, lo stalker è stato raggiunto da un nuovo provvedimento del Tribunale, che in questo caso ha sentenziato gli arresti domiciliari dell’uomo.

Fenomeno davvero agghiacciante quello stalkeraggio, e preoccupante nelle sue dimensioni. Fin troppe le volte che le cronache riportano questo tipo di situazioni negli ultimi anni.

In questo caso lo stalker barese sarà costretto agli arresti domiciliari, nella speranza che questo sottragga la psicologa ai suoi fastidiosi e pericolosi comportamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...