Bari, più di una tonnellata e mezzo di marijuana sequestrata COMMENTA  

Bari, più di una tonnellata e mezzo di marijuana sequestrata COMMENTA  

Bari, più di una tonnellata e mezzo di marijuana sequestrata
Bari, più di una tonnellata e mezzo di marijuana sequestrata

Gli agenti trovano 1650 kg di marijuana in un camion al porto di Bari

Due albanesi accusati di traffico internazionale di stupefacenti

1650 chilogrammi di marijuana provenienti dall’Albania sono stati ritrovati al porto di Bari, nascosti dentro un carico di copertura composto da pannelli di legno per l’edilizia e destinati in Lombardia. I finanzieri e i funzionari del Servizio Antifrode dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli si erano insospettiti data la modalità anomala del carico e a causa dell’atteggiamento irrequieto dei due conducenti del camion proveniente da Durazzo, dunque hanno deciso di approfondire il controllo mediante una scansione con l’apparecchiatura radiogena ‘Silhouette Scan’ in dotazione all’Agenzia delle Dogane, trovando oltre 1.460 involucri di stupefacente.


Un 53enne e un 26enne, entrambi albanesi ed imparentati tra loro, sono così stati arrestati e portati in carcere per traffico internazionale di sostanze stupefacenti, mentre il carico di copertura ed il mezzo utilizzato sono stati sequestrati.

Sul mercato dello spaccio al minuto la droga avrebbe fatto ricavare alle organizzazionicriminali circa 16 milioni di euro. Il maxi sequestro si aggiunge a quelli eseguiti nelle precedenti operazioni che, nell’ultimo semestre, hanno portato al rinvenimento di oltre 160 chilogrammi di marijuana, 22 chilogrammi di eroina, 4 chilogrammi di Khat e alla segnalazione di 6 corrieri internazionali confermando l’area portuale di Bari come crocevia di traffici illeciti e l’ulteriore innalzamento del livello dei controlli di sicurezza richiesta dal Ministero degli Interni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*