Barivecchia: allarme vandali

Bari

Barivecchia: allarme vandali

I vandali a Bari tornano a colpire. E a subirne le conseguenze è soprattutto il centro storico. Negli ultimi tempi sta aumentando il degrado-

La “Colonna infame”, uno dei monumenti della città, in piazza Mercantile è imbrattata da scritte, così come la fontana della Pigna. In molte parti di via Venezia, sulla Muraglia, ci sono muri pasticciati da scritte che vanificano il lavoro di pulizia degli impiegati Amiu.

Purtroppo passeggiando per “Bari vecchia” molte panchine sono divelte, le fioriere installate dal comune per segnalare le zone a traffico limitato sono malridotte. I giochi per bambini e la pavimentazione a largo Santa Chiara, precedentemente incendiati, non sono stati sostituiti; e anche i muretti del Castello Svevo sono distrutti e riempiti di scritte.

Molte zone cittadine sono state colpite dai vandali che stanno turbando la quiete e la bellezza del centro storico raggiunta dopo tanti anni di rivalorizzazione. E gli abitanti, rappresentati dalla parole di Cosimo Diana, dell’associazione Baresità, sono preoccupati e lanciano un allarme: “Bari Vecchia sta ritornando nelle mani dei vandali.

La gente ricomincia ad avere paura a camminare di sera e ci sono bande di ragazzini che fanno davvero quello che vogliono”.

Anche il presidente della circoscrizione Ferorelli analizza la situazione constatando purtroppo che questi episodi di vandalismo stanno tornando a galla e non fanno certamente bene per la cura della “cosa pubblica” e quel senso di civiltà che si cerca di iniettare nella cittadinanza.

Per questo è invocata maggior presenza dell’amministrazione per evitare che la situazione degeneri, intanto Ferorelli propone di spostare il giardino distrutto di largo Santa Chiara sotto la Muraglia, all’altezza dei campi da calcetto in modo da creare un ampio parco giochi su lungomare e garantire altri posti auto nel centro storico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*