Basket: Datome sbarca in Nba, accordo con i Boston Celtics

Pubblicato da il 9 giugno 2013 11:13
Più informazioni su: , , , ,

Condividi questo articolo

Commenta

Gigi Datome sarà il quarto italiano in Nba la prossima stagione, il capitano dell’Acea Roma dopo aver disputato un grande campionato in maglia Virtus ha attirato su di se gli occhi di vari osservatori americani, in particolare quelli dei Boston Celtics, squadra con

L’articolo prosegue dopo il video

la quale giocherà la prossima stagione. L’ufficialità dell’accordo verrà data solo dopo la conclusione della finale scudetto, dov’è impegnato.


I sogni si avverano, basta crederci; a 26 anni Gigi Datome sbarcherà in Nba e lo farà con una delle franchigia più gloriose della lega americana, i Boston Celtics, che hanno battuto la concorrenza dei Milwaukee Bucks nella corsa al capitano dei capitolini.
L’ala della Virtus Roma, dopo un campionato da Mvp si è guadagnato il pass per sbarcare in america e confrontarsi con i migliori giocatori del mondo. Il capitano dell’Acea sarà il nostro quarto rappresentante in Nba, e va ad aggiungersi a Bargnani (Toronto Raptors), Gallinari (Denver Nuggets) e Belinelli (Chicago Bulls).
Datome firmerà con la squadra del Massachusetts un triennale da 490.180 di dollari, lordi. Il numero 13 di Roma per le regole NBA è un rookie ed è free-agent, quindi può firmare per qualsiasi squadra, ma non è necessariamente condizionato dai limiti salariali vincolati agli anni di esperienza NBA (nel suo caso zero). I Celtics, però, hanno già impegnati 73 milioni di dollari per la prossima stagione e di conseguenza non potranno offrirgli più del minimo salariale che è appunto di 490.180 dollari lordi, circa la metà netti. Datome quest’anno ha guadagnato 250.000 euro netti. Quindi in sostanza va a guadagnare la stessa cifra ma in NBA, a meno che i Celtics non investano su di lui l’eccezione al salary cap, ipotesi improbabile.

L’azzurro rinuncerà al suo ultimo anno di contratto con Roma, dove avrebbe guadagnato il doppio di quest’anno, facendo così un investimento su se stesso, nella speranza di una lunga carriera negli U.S.A.
Nella sua nuova squadra l’azzurro potrebbe ritrovarsi nello spogliatoio un suo prossimo avversario nella finale scudetto, David Moss. Alla ricerca di giocatori affidabili, un minimo esperti, ma a basso costo per non usare spazio salariale che non hanno, i Celtics stanno pensando anche al giocatore di Siena. Per Moss sarebbe un sogno che si avvera e non avendo mai guadagnato cifre enormi, i 500.000 dollari lordi scarsi, offribili, non sarebbero un ostacolo.
Vincenzo Margiotta

Guarda anche questi siti

Sponsored links, powered by Yahoo!

12 Commenti

Rispondi