Basket, playoff: Cantù sbanca Roma e si porta avanti nella serie COMMENTA  

Basket, playoff: Cantù sbanca Roma e si porta avanti nella serie COMMENTA  

Prova di forza della Lenovo Cantù che vince in trasferta contro l’Acea Roma e capovolge il fattore campo, protagonisti del match Aradori e Maarty Leunen. Roma paga la serata nera del mvp del campionato Gigi Datome.


Gara 5 della simifinale playoff a Roma; squadre sul 2-2 nella serie alla palla due, match fondamentale in ottica passaggio del turno.
Partenza lanciata degli ospiti che sulla spinta delle due gare vinte in casa, consecutivamente, inizano la gara con maggiore convinzione dei capitolini; Aradori si presenta con un 3\3 da 3 che vale il primo allungo Cantù; la Virtus risponde impattando sul 19 pari il primo quarto. La squadra di Calvani però fa fatica a costruire attacchi puliti, Datome dimostra di non aver recuperato dai problemi fisici che si porta dietro, le percentuali dell’Acea ne risentono e all’intervallo la Lenovo è avanti di 5.

Ripresa che comincia con Cantù che una volta ancora dimostra di aver due facce; prima allunga, raggiungendo la doppia cifra di vantaggio, poi smette di giocare consentendo ai padroni di casa di rientrare, facendo riemerge i fantasmi di gara 1, dove Roma recuperò 19 punti in poco più di un quarto.

A scacciare i fantasmi per gli ospiti ci pensa Leaunen, il numero 10 di Cantù infila una dietro l’altra 3 triple ad inizio ultimo quarto che stordiscono la Virtus, padroni di casa che senza l’apporto di Datome tentano un altra rimonta disperata, affidandosi ai propri americani; Goss e Jones ci provano ma Aradori nel finale si prende le responsabilità che spettano ad un leader e va a segnare i punti che consentono agli uomini di Trinchieri di sbancare la capitale.

L'articolo prosegue subito dopo

Il finale è di 66-77 con Cantù ora avanti 3-2 nella serie e con la possibilità tra 48 ore di far valere il fattore Pianella e staccare il pass per la finale scudetto
Vincenzo Margiotta.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*