Basta una pillola e il razzismo va giù COMMENTA  

Basta una pillola e il razzismo va giù COMMENTA  

Questa è veramente curiosa. Secondo lo studio di alcuni ricercatori della Oxford University, rivelato dal Telegraph, il razzismo potrebbe diminuire con una pillola, attraverso il beta-bloccante. 

Lo si è provato su 2 gruppi di 18 volontari, a cui sono stati somministrati rispettivamente  40 mg di propranololo ed un farmaco placebo. Due ore dopo gli scienziati hanno chiesto a queste persone di svolgere un test di associazione implicita, classificando parole con connotazione positiva e negativa e volti in bianco e nero.


 I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Psycopharmacology e hanno dimostrato che  2/3 dei partecipanti che hanno preso tale “medicina”, risultavano meno implicitamente razzisti degli altri. Questo perchè subconsciamente i pregiudizi razziali vengono deviati dalla paura e da altre emozioni verso la amigdala e vengono bloccati dal propranololo, la stessa sostanza che viene utilizzata per abbassare la pressione sanguigna , l’ansia e il panico.


Per Sylvia Terbeck  e Julian Savulescu (rispettivamente una psicologa sperimentale e un docente di Filosofia), i ricercatori di Oxford che hanno compiuto tale studio, esso è di grande interesse per l’etica, ma va anche preso con cautela, dato che è stato studiato su piccola scala e … non si può guarire dal razzismo con una semplice medicina!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*