Batman: Arkham City, il miglior videogioco dell'anno - Notizie.it

Batman: Arkham City, il miglior videogioco dell’anno

Videogiochi

Batman: Arkham City, il miglior videogioco dell’anno


Rilasciato dai Rocksteady Studios il 18 ottobre, Batman: Arkham City, ha ricevuto recensioni entusiastiche. Disponibile per Xbox 360, Playstation 3 e per PC, questo gioco di avventura-azione all’aperto, mi ha fatto sentire come se stessi partecipando a un film di Batman. Non un film qualunque, ma avvincente e pieno di suspense (sto parlando de “Il Cavaliere Oscuro”, l’opposto di “Batman e Robin”). Il Game Informer ha dato ad Arkham City un punteggio di 10 su 10 e il videogioco ha ricevuto anche un Metascore di 94 su 100.

Trama

Arkham City è un distretto recintato nel cuore di Gotham City, dove i criminali sono liberi di girovagare finché stanno all’interno dei confini. L’introduzione del gioco, una scena registrata, inizia con l’arresto di Bruce Wayne per aver protestato per la creazione di Arkham City. Nei primi minuti di apertura, il gioco diventa interattivo e dopo non molto, Bruce Wayne viene reso privo di sensi.

Quando rinviene, incontra Dr. Strange, che gli rivela un’interessante informazione. Dr. Strange sa che Bruce Wayne è Batman. Poco dopo, il giocatore (nel ruolo di Wayne) riesce a fuggire e indossa il costume di Batman. Sta al giocatore capire che cosa si nasconde dietro Arkham City, mentre affronta il peggio del peggio, tra cui il Pinguino, Mr Freeze, Due Facce, L’Enigmista e, il peggiore di tutti, il Joker.

Gioco

Appena il giocatore indossa il costume di Batman, noterà immediatamente quanto siano stretti i comandi. Il giocatore gira per la città, volando in deltaplano e arrampicandosi per gli edifici. Il combattimento è tanto intricato, quanto semplice. Non è necessario imparare una lunga lista di combinazioni. Il giocatore ha semplicemente bisogno di imparare a scegliere il momento adatto per rovesciarsi e schivare. Man mano che il giocatore va avanti nel gioco, guadagnerà nuovi strumenti. La cintura fornirà una vasta gamma di opzioni di combattimento, in modo che il giocatore possa mettere a punto la strategia di gioco nelle situazioni più disparate.

Grafica e suono

Le scene girate sono realistiche al punto che quasi dimenticherete di giocare con un videogioco.

Le espressioni facciali e i movimenti sono adatti alla situazione. Le voci degli attori sono azzeccatissime. Si rimane impressionati anche dalle risposte alla paura, all’angoscia e nelle conversazioni generali. La visione del detective è stata dipinta tanto realisticamente quanto nel resto del gioco.

Tutto sommato, questo gioco è stato realizzato privo di difetti e vi trascinerà come nessun altro. Vi terrà incollati al divano, fino a quando non avrete finito almeno la storia principale. Inoltre, vi rimarranno ancora parecchie missioni da compiere. Questo videogioco merita il premio come gioco dell’anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche