Batman e il suo alleato musulmano, scatenano il putiferio sui blog

Catania

Batman e il suo alleato musulmano, scatenano il putiferio sui blog

Dalla sua creazione, nel 1939, Batman ha affrontato cattivi e nemici di ogni sorta. Spesso con a fianco il fedele Robin. Ma bisogna stare pur al passo con i tempi e allora succede che Robin venga sostitutito, negli ultimi numeri del celebre fumetto, da personaggi diversi in base alla città in cui il nostro paladino si trova a combattere il crimine. E fin qui niente di particolare, se non fosse che il supereroe, inventato da Bob Kane e Bill Finger, per combattere il crimine a Parigi sceglie di farsi affiancare da un giovane francese di fede musulmana e di origine algerine. Questa scelta ha fatto scoppiare il putiferio, soprattutto tra i blogger statunitensi di estrema destra, che si sono infuriati non poco.
In uno degli ultimi albi della DC Comics, uscito in Francia a dicembre, l’uomo pipistrello infatti per far trionfare la giustizia nelle strade di Parigi, sceglie Bilal Asselah, algerino di 22 anni, cresciuto nella cittadina di banlieue di Clichy sous-Bois(che fu teatro nel 2005 di gravi violenze urbane). Nella sua banlieue Bilal vide morire un amico in uno scontro con la polizia.

Viene arrestato per sbaglio e picchiato. Ma grazie alla madre, credente e molto devota ad Allah, il giovane rinuncia all’odio e alla vendetta e, nascosto dietro una maschera, con indosso un costume nero, si trasforma in giustiziere della notte, Nightrunner. Per aiutare gli altri Bilal sfrutta le sue doti fisiche.

A quanto pare Batman non poteva trovare un vero francese per salvare Parigi”, protesta sul blog Publius Forum il conservatore americano Warner Todd Huston. ”In un’epoca in cui i giovani musulmani terrorizzano la Francia ed il terrorismo islamico aggredisce il mondo, i lettori di Batman saranno confusi”. Sul blog Angry White Dude critica l’editore suggendo alla DC Comics di ”fornire nuovi poteri a Nigthtrunner il musulmano, come quello di seppellire le donne fino alla vita e di colpirle alla testa con grossi sassi”. ”DC Comics si e’ piegata all’Islam”, scrive sul suo blog il creatore di fumetti Bosch Fawstin.
La DC Comics non si è pronunciata sulla vicenda, ma dal canto suo David Hine, disegnatore dell’albo in questione, ha voluto prendere le difese della DC Comics, spiegando di aver solamente usato la fantasia, cercando di creare il supereroe che gli piacerebbe vedere in un fumetto, se fosse un francese.

Inoltre spiega Hine, che visti i problemi delle banlieue e delle minoranze etniche nell’attualita’ francese, era inevitabile un eroe di origine algerina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*