Bebe Vio ed il Selfie con Obama, rivincita sugli Webeti

Bebe Vio ed il Selfie con Obama, rivincita sugli Webeti

Gossip e TV

Bebe Vio ed il Selfie con Obama, rivincita sugli Webeti

Gli webeti si scatenano sotto al post di Bebe Vio e del suo abito per la Casa Bianca

Bebe Vio
Bebe Vio vince un selfie fuori protocollo con Obama e dimentica gli insulti sul Web

La campionessa paralimpica Bebe Vio corona il sogno di una vita con il selfie con Obama, spegnendo ironicamente le polemiche.

Mentana coniò il termine, adesso ah hoc in tante occasioni di aggressione ingiustificata via Internet. L’ultima occasione per non tacere è stata persa con Bebe Vio ed il vestito meraviglioso per la cena con Obama. Un’occasione di riscatto, prestigiosa ed unica, orrendamente rovinata dai commenti poco opportuni proprio degli “Webeti“.

Bebe Vio era stata invitata alla Casa Bianca, in qualità di eccellenza italiana e per l’occasione una nota stilista le aveva regalato un abito elegantissimo. Bebe aveva ringraziato la stilista per la bellissima opportunità, postando la foto in abito chic sui Social.

Inaspettatamente però alla solidarietà femminile è subentrata un’ondata d’ingiustificata cattiveria. Commenti al vetriolo e critiche al sistema che hanno cercato di infangare l’immagine della Campionessa. Un’immagine di forza e di riscatto che dovrebbe unicamente inorgoglire il popolo italiano.

Le critiche del Web? Alla sfarzosità del vestito, al costo eccessivo e persino a quell’invito che “sarebbe costato troppo”. Per molti, Bebe Vio sarebbe addirittura uno strumento di propaganda nei confronti del vaccino anti-meningite.

Ovviamente i commenti deplorevoli sono in minoranza rispetto all’entusiasmo ed alla vicinanza del popolo del web, contento del successo della piccola-grande guerriera, ma il caso ha avuto un’importante rilevanza mediatica.

Per quale ragione addossare le colpe del sistema politico italiano a Bebe Vio? Perché abbandonarsi a frustrazioni proprio con qualche commento di troppo su Internet?

La riposta di Bebe Vio? Un selfie fuori protocollo con Barack Obama, con un sorriso che sa di vittoria e grandezza, al di là di ogni inutile critica fuori luogo.

Bebe Vio rappresenta sicuramente l’emblema del successo che sovrasta le difficoltà, dell’impegno che supera le inabilità. Grazie alla sua forza, la piccola campionessa paralimpica ha guadagnato un posto tra i grandi e nessun commento senza nome potrà mai cancellare le sue vittorie. Magari si potrebbero cancellare proprio i commenti inopportuni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche