Behind the smokescreen: l'industria del tabacco nelle immagini di Rocco Rorandelli di Terra Project - Notizie.it

Behind the smokescreen: l’industria del tabacco nelle immagini di Rocco Rorandelli di Terra Project

Cronaca

Behind the smokescreen: l’industria del tabacco nelle immagini di Rocco Rorandelli di Terra Project


Behind the smokescreen: l’industria del tabacco attraverso le immagini di Rocco Rorandelli di Terra Project

In difficoltà negli Stati Uniti e in Europa, le multinazionali del tabacco prosperano in Asia, dove i fumatori sono in forte aumento. Il reportage di Rocco Rorandelli, di Terra Project racconta il commercio e chi lavora il tabacco nei Paesi Asiatici

Su un miliardo di fumatori nel mondo, il 60 per cento vive in Asia. La Cina e l’India sono i primi due produttori e consumatori di sigarette, mentre l’Indonesia è al terzo posto per numero di fumatori.

Le sigarette sono sempre più diffuse nel continente grazie a un marketing aggressivo favorito dai governi, anche se i paesi dell’area, tranne l’Indonesia, hanno firmato la convenzione quadro per la lotta al tabacco, lanciata nel 2003 dall’Organizzazione mondiale della sanità. In Cina, in India e in Indonesia il tabacco uccide 2,4 milioni di persone ogni anno.

Rocco Rorandelli è nato a Firenze nel 1973.

Sta raccogliendo fondi attraverso un sito di crowd funding per proseguire la sua inchiesta mondiale sul tabacco. Prossima tappa: Stati Uniti. ‘Il mio progetto è di affrontare il business del tobacco sotto vari aspetti: dalla coltivazione che include il lavoro dei bambini e gli immigrati, alle agevolazioni di cui godono i giganti del tabacco come Philip Morris, al legame culturale che persiste nella società americana fra la gente e l’industria del tabacco’.

http://www.terraproject.net/en/photographers/rocco-rorandelli/tobacco-in-the-world
http://www.emphas.is/web/guest/discoverprojects?projectID=344

Nella foto in articolo
Una coppia di sposi a Yuxi, in Cina. La città ospita la più grande fabbrica di sigarette dell’Asia, da cui dipende il 60 per cento del pil locale.

Secondo l’Oms, il consumo di tabacco uccide sei milioni di persone ogni anno, di cui un milione solo in Cina. Nel paese fumano 350 milioni di persone, il 57,4 per cento degli uomini e il 2,6 per cento delle donne.

La China national tobacco corporation è il più grande produttore del mondo.

In India
Anche i figli dei contadini a Periyapatna, in India, lavorano il tabacco. Circa 50mila bambini lavorano nelle piantagioni di tabacco nel paese.

Bidi
In India si fuma il bidi, la tipica sigaretta indiana. Si stima che in India più di cento milioni di persone fumino i bidi, 25 milioni le sigarette e che 120 milioni facciano uso di tabacco senza fumo, come quello da masticare e da fiuto

In Indonesia fumano 165 milioni di persone, il 63 per cento degli uomini e il 5 per cento delle donne.

Nel 2012, l’industria americana del tabacco compirà 400 anni. Era il simbolo della libertà. Oggi è un affare globale di investimento, sviluppo ed esplorazione di persone. Un nuovo capitolo del business del tabacco nel mondo.

Behind the smokescreen

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche