Benefici nutrizionali del kiwi

Guide

Benefici nutrizionali del kiwi

Una volta conosciuto come l’uva spina cinese, il kiwi ha fatto la sua prima comparsa negli Stati Uniti nel 1961. Un distributore di prodotti americano ha avvertito che questo frutto esotico avrebbe avuto successo con il pubblico americano.Il nome è stato cambiato in kiwi, come un uccello nativo della Nuova Zelanda . Gli Stati Uniti sono oggi tra i principali produttori commerciali del frutto che è disponibile tutto l’anno.

Il piccolo, verde, frutto carnoso con una pelle vellutata è un concentrato nutrizionale. Molte persone sono sorpresi di apprendere che il frutto è più ricco divitamina C di una quantità equivalente di arancia. La vitamina C ha dimostrato di essere utile nel ridurre la gravità delle condizioni, come l’artrite e l’asma , e può anche aiutare a prevenire tali condizioni come il cancro del colon e malattie cardiache . Il kiwi è anche una grande fonte di vitamina E , un antiossidante liposolubile che fornisce una protezione contro i radicali liberi nel corpo.

I ricercatori in uno studio pubblicato su Thorax, hanno seguito più di 18.000 bambini di età compresa tra i 6-7 che vivono in Italia.Hanno scoperto che quelli a mangiare la maggior parte degli agrumi e kiwi, circa 5-7 porzioni alla settimana, hanno avuto un’ incidenza del 44% in meno di problemi respiratori rispetto ai bambini che ne mangiano meno porzioni. I bambini con asma ne hanno beneficiato maggiormente. E’ dimostrato che chi ha mangiato più agrumi e kiwi, circa 5-7 porzioni alla settimana, ha avuto incidenza del 44% in meno di problemi respiratori rispetto ai bambini che ne mangiano meno porzioni. I bambini con asma ne hanno beneficiato maggiormente.

Quando si selezionano i kiwi, bisogna cercare quelli che cedono dolcemente alla pressione e sono privi di ammaccature o punti molli. La dimensione non è un indicatore della qualità del frutto. Per la maggior parte dei casi è sconsigliato mangiare kiwi a maturazione incompleta. Uno studio dell’Università di Innsbruck in Austria, ha scoperto che quando un frutto è completamente maturo, quasi al punto di deterioramento, i livelli di antiossidanti sono al loro massimo.

Il kiwi può essere sbucciato, affettato e mangiato da solo. È anche possibile gustare le bucce che sono piene di fibre e sostanze nutritive – basta strofinarle prima di mangiare. Quando si aggiunge ad un’insalata, assicurarsi di aggiungerli poco prima di servire in quanto gli altri frutti possono renderlo troppo molliccio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...