Beni confiscati, indagata il magistrato Silvana Saguto

News

Beni confiscati, indagata il magistrato Silvana Saguto

La Procura di Caltanissetta ha aperto un’inchiesta per corruzione, induzione e abuso d’ufficio a carico di Silvana Saguto, Presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, che si occupa della gestione dei patrimoni sequestrati alla mafia e posti sotto sequestro.

Il magistrato, dichiaratasi estranea ai fatti, ha chiesto di essere interrogata subito dalla procura in merito all’accaduto.

La Saguto era sotto scorta perchè si temeva un attentato: quattro mesi fa era trapelata l’indiscrezione di un progetto della mafia per uccidere il magistrato. Secondo quanto trapelato, sarebbe stato concordato uno scambio di favori tra boss: un killer del clan di Emanuello di Gela avrebbe dovuto uccidere la Saguto in cambio dell’assassinio del procuratore di Agrigento Renato Di Natale, che aveva condotto l’inchiesta contro Daniele Emanuello quando era procuratore di Caltanissetta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche