Benzema ricatta Valbuena, l'intercettazione telefonica che lo incastrerebbe - Notizie.it

Benzema ricatta Valbuena, l’intercettazione telefonica che lo incastrerebbe

News

Benzema ricatta Valbuena, l’intercettazione telefonica che lo incastrerebbe

Per l’attaccante del Real Madrid e della nazionale francese Karim Benzema le accuse di estorsione ai danni del connazionale Mathieu Valbuena potrebbero diventare ufficiali.

A incastrarlo potrebbe essere l’intercettazione di una telefonata dello scorso 6 ottobre, della quale ha dato notizia Radio Europe 1 (che sostiene di averne consultata la trascrizione completa). “Credo che non ci abbia preso sul serio e pensa che sia tutto uno scherzo” dice Benzema parlando al telefono con tale Karim Z, suo amico, nonché personaggio noto alla polizia francese perché, pare, coinvolto in alcune rapine. “Gli ho detto: ‘Devi risolvere il problema’” sembra dica poi Benzema, “e andarci a parlare, ma ti garantisco che non c’è un’altra copia del video. Lui mi ha chiesto: ‘Si vedono i miei tatuaggi?’. E io gli ho risposto: ‘Si vede tutto. Ho visto il filmato una settimana fa’. Valbuena era nel panico, ha cominciato a mandar giù la saliva 2-3 volte.

Io comunque gli ho detto: ‘Fai come credi, se non vuoi pagare vai avanti con la tua vita, io ti ho avvisato. La mia missione finisce qui, ora dipende tutto dal mio amico, è lui che conosce chi è in possesso del video, non io. Se vuoi chiudere la storia gli giro il tuo numero”.

Al centro della vicenda ci sarebbe un video a luci rosse con protagonisti Valbuena e una donna, in cui il calciatore francese sarebbe riconoscibile dai tatuaggi e per il quale qualcuno gli sta chiedendo un riscatto. Pena la diffusione delle riprese e la distruzione della reputazione di Valbuena. Se l’audio della telefonata fosse confermato, la posizione di Benzema non sarebbe comunque molto chiara, perché l’attaccante del Real sembrerebbe fare da tramite solo per il fatto che l’oggetto del ricatto è un suo compagno di squadra. Una collaborazione, per quanto possa essere considerata un fatto grave, è cosa ben diversa dall’organizzazione vera e propria, dalla richiesta del denaro, dal reperimento del video (che sembra essere stato sottratto dallo smartphone di Valbuena).

Nel frattempo, il legale di Benzema, l’avvocato Sylvain Cormier ha predisposto una denuncia per violazione del segreto istruttorio, conseguente alla diffusione dei contenuti dell’intercettazione che, peraltro, in forma parziale “potrebbero prestarsi a una cattiva interpretazione”. “Il mio assistito” ha ribadito Cormier, “non ha mai incoraggiato Valbuena a pagare”, mentre quest’ultimo ha scelto di costituirsi parte civile in maniera da poter avere accesso agli atti dell’indagine in corso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche