Beppe di Nervi, arzillo pensionato con Ferrari, stoppa Facebook

Genova

Beppe di Nervi, arzillo pensionato con Ferrari, stoppa Facebook

logo di Facebook

Genova– E il Beppe si arrabbiò per davvero e adesso chi glielo dice a Facebook? Sarebbe proprio il caso di avvertire i dirigenti del social network di Palo Alto che il Beppe si è proprio arabbiato e ha fatto chiudere baracca e burattini.

Il Beppe in questione è un pensionato di Nervi, noto nella zone per tenere una guida forse un po’ troppo sportiva sulla sua automobile di lusso.
Ma quelle battute ironiche, sagaci e perfide che anni fa sarebbero rimaste all’interno delle mura del bar del quartiere, oggi, nell’epoca globale di internet sono diventate di dominio pubblico alimentando un dileggio on line catalogato e raccolto su Facebook, o FB per gli internauti più smaliziati.

Ma ad un certo punto il Bepp ha detto basta alla sua gogna mediatica e memore del genovese e balilliano “che l’inse” l’ormai leggendario Beppe di Nervi, con tanto di Ferrari a seguito, ha iniziato la sua rivolta legale contro il colosso di internet, reo di aver ospitato al suo interno un gruppo dedicatogli e intitolato “Beppe di Nervi ha rotto il c…” dove comparivano messaggi dal tono violento che invitano a berasgliare il soggetto di uova marce, a prenderlo a badilate in testa ma sembra che ci sia qualcuno che si è addirittura ripromesso di investirlo con l’autobus.

Goliardia finita in denuncia visto che sei persone sono state denunciate per istigazione a delinquere, una decina per minacce, gli altri per diffamazione.

Beppe, prima di scappare via sulla sua Ferrari, ha dichiarato al Secolo XIX che darà in beneficienza il suo eventuale risarcimento ed è corso via, verso il tramonto, come un cavaliere solitario che entra nella leggenda, anche se solamente per quindi wharolleiani minuti digitali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*